IPhone X e Apple Watch 3, cosa cambia per gli sviluppatori - TechCompany360
Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

Speciale Apple

IPhone X e Apple Watch 3, cosa cambia per gli sviluppatori



Applicazioni e relativi test dei developer devono essere necessariamente adattati alle novità introdotte da Apple, in particolare per quanto riguarda l’iPhone X

Luca Manara

18 Set 2017


In che modo le novità rilasciate da Apple, principalmente iPhoneX (qui tutto sull’evento Iphone X, Iphone X prezzi) potrebbero impattare sullo sviluppo delle applicazioni e sul processo di creazione digitale e di testing?

Gli annunci di Apple sono sempre orientati su step innovativi e sul miglioramento della User Experience e l’ultimo evento non è stata un’eccezione. Andiamo ora in profondità per analizzare le implicazioni di ognuno di questi aspetti e come impattano su sviluppatori, tester e sviluppo del prodotto digitale in generale:

Apple Watch serie S3 punta sul fitness

Apple ci ha aggiornati sull’andamento del mercato di questo prodotto e ha sottolineato come i principali casi d’uso su questo tipo di oggetti fossero orientati sul settore healthcare e fitness.

I nuovi dispositivi mostrano una nuova e migliorata UI ed è stato migliorato il sistema di monitoraggio del battito cardiaco, che ora sarà in grado anche di rilevare eventuali aritmie che potrebbero tradursi in reali problemi al cuore. In aggiunta, è stato citato un nuovo progetto “Apple Heart Study” che offrirà agli utenti e clienti Apple più informazioni riguardo al proprio stato di salute basandosi su dati e serie storiche.

Mettendo da parte le novità su salute e sport, la rivelazione principale del nuovo Apple Watch è stata la possibilità di connettersi alla rete mobile senza smartphone.

 

Nonostante questa novità, durante l’evento di ieri è mancata una parte importante: l’ecosistema. Il nuovo Watch supporterà chiamate, Apple Health, Apple GPS, Apple Music e Apple Siri che, come potete aver notato, sono tutte applicazioni proprietarie. Non c’è la possibilità per le aziende e gli sviluppatori di creare prodotti specifici per questo dispositivo, potranno agire e sviluppare features solo nell’area di notifica. Sembra che Apple abbia deciso di allontanarsi dallo sviluppo delle App per il prodotto da polso e focalizzarsi di più su quello che è possibile fare con l’orologio giornalmente e continuativamente indipendentemente dalle app che possiedi.

Conseguentemente dovremo aspettarci che i trend delle App sviluppate dalle aziende e dagli sviluppatori indipendenti per l’Apple Watch non segneranno di certo un trend positivo.

L’impatto della Apple 4K TV

La nuova Apple TC 4K con HDR10 è veramente impressionante come esperienza visuale. Offre anche contenuti aggiuntivi come l’accesso ai contenuti dei maggiori provider e il supporto ai broadcast live ma, comunque, introduce pochi impatti sulla strategia dello sviluppo digitale delle aziende (per ora…).

Famiglia iPhone 8 e ricarica wireless

Nell’evento sono stati lanciati anche 2 nuovi iPhone: l’iPhone 8 e 8+. Gli aggiornamenti sulla serie 7 top dell’anno scorso comunque sono di minore impatto.

La dimensione dello schermo e la risoluzione rimangono le stesse ma c’è da dire che questi device includono un nuovo chipset (A11 bionic) costruito specificatamente per iOS11.

Anche l’iPhone 7 con la vecchia versione del chipset riceverà l’aggiornamento iOS11 durante le prossime settimane. Dalla nostra esperienza questo potenzialmente impatterà significativamente su memoria, batteria e performance generando non pochi problemi agli sviluppatori.

La funzionalità di ricarica wireless è veramente significativa ma ha un bassissimo impatto sull’ attività di sviluppo e testing.

 

iPhone X: tutti i miglioramenti

Dimensione: le dimensioni del nuovo schermo aumentano fino a 5.8’’ con una nuova risoluzione che raggiunge 2436 x 1125 e 458 PPI (Pixels Per Inch): questi aspetti impatteranno in maniera significativa sulla User Experience e sulle performance delle App mobile e siti web responsive.

Riconoscimento facciale: con questa nuova funzionalità tutti i flussi e gli Use Cases dovrebbero ora coprire sia il Touch ID per i device più datati sia il Face ID per i nuovi device. Sarà necessario pianificare test in quest’ottica e un chiaro piano di sviluppo. Home button: sparito. Senza più bottone fisico quindi gli Use Cases di test andranno adattati per supportare i nuovi 2 flussi per gesture. Swipe-UP è la gesture inserita per accedere alla home screen

Miglioramenti alla batteria: con questa nuovo miglioramento i test degli sviluppatori  dovranno verificare e testare se il consumo di batteria è allineato e ottimizzato sia per questo nuovo device che per quelli più datati. Occorre assicurarsi che la App funzioni correttamente su questo device che supporta l’esperienza edge2edge e il nuovo bottone home in formato “digitale”. In ogni caso, i device esistenti sono ancora sul mercato e le app necessitano di dare continuità anche a questo gruppo di smartphone. L’iPhone X introduce una nuova user engagement che impatterà sui processi di sviluppo e testing: il  lab di device dovrà essere aggiornato per coprire questo nuovo dispositivo e i nuovi iPhone 8/8+ che aumentano conseguentemente la frammentazione.  L’Apple watch che supporta la rete mobile è un gran passo avanti per questo dipositivo. Sembra comunque che Apple abbia adottato un nuovo approccio che limita gli sviluppatori di terze parti.

 

*Post originariamente apparso su questo sito.