Con Berma, Dedagroup amplia l'offerta Finance, Imprese e PA

Acquisizioni

Con Berma, Dedagroup amplia l’offerta Finance, Imprese e PA con focus su antiriciclaggio, antiterrorismo e antifrode



“L’acquisizione di Berma – spiega Marco Podini, Presidente di Dedagroup – ci consente di dare pieno compimento a una collaborazione che dura da oltre 20 anni, rafforzando il nostro Hub Finance & Data, grazie all’integrazione delle migliori soluzioni presenti sul mercato per i processi di antiriciclaggio e antiterrorismo”

di Redazione

21 Set 2022


Marco Podini, Presidente esecutivo di Dedagroup

In un contesto di forte attenzione per i temi dell’antiriciclaggio, antiterrorismo e della mitigazione del rischio, Dedagroup – polo di aggregazione delle eccellenze italiane del Software e delle Soluzioni As a Service (SaaS), che oggi opera in oltre 50 Paesi con più di 4.000 clienti – potenzia la propria posizione sul mercato e amplia l’offerta per i settori Finance, Imprese e PA con l’acquisizione di Berma che opera dal 1992 progettando soluzioni informatiche applicative e sistemistiche nei settori bancario, assicurativo e finanziario, con l’obiettivo di fornire ai clienti soluzioni per la mitigazione del rischio che possano massimizzare l’efficienza operativa.

L’acquisizione –  che segue una ventennale e consolidata partnership tra le due aziende – si inserisce nella strategia di sviluppo del Gruppo delineata nel piano industriale 2020-2023, che ha visto nell’ultimo biennio l’acquisizione di 8 società e una crescita sia organica, che per linee esterne, e che nel 2021 ha fatto registrare all’azienda un incremento del fatturato a doppia cifra rispetto all’anno precedente. Le soluzioni e i servizi di Berma andranno a rafforzare la Deda Credit Platform e la Deda Payment Platform – che combinano le competenze e l’offerta di Dedagroup e delle sue aziende, rispettivamente nell’ambito della gestione del credito e dei pagamenti – andando a coprire tutto il processo di verifica e profilatura del rischio di antiriciclaggio, antiterrorismo e antifrode grazie al monitoraggio e controllo delle transazioni.

 

Berma arricchisce l’offerta dell’Hub Finance & Data di Dedagroup

Marco Podini, Presidente esecutivo di Dedagroup, commenta: “L’Italia, in questo ambito, risulta essere un’eccellenza a livello mondiale grazie a un’applicazione molto stringente della normativa, e questo ci pone in una posizione di vantaggio, se consideriamo l’attuale contesto geopolitico che impone controlli e verifiche sempre più puntuali. L’ingresso di Berma e l’integrazione delle sue soluzioni conferma il nostro obiettivo di posizionarci come abilitatore dei processi di internazionalizzazione delle aziende italiane, offrendo una suite software completa per affrontare le sfide dei mercati esteri.”

WHITEPAPER
Direct lending per PMI: il finanziamento alternativo per liquidità in tempi brevi
Finanza/Assicurazioni
Finanziamenti

 

Con questa operazione, Berma entra quindi a far parte dell’Hub Finance & Data del Gruppo, integrando il suo già importante presidio nella gestione di incassi e pagamenti che fa leva sulle forti e strategiche sinergie in essere tra Dedagroup Business Solutions, che grazie alla conoscenza approfondita di processi e normative risponde alle esigenze di innovazione di istituti finanziari e imprese, Piteco, leader nella tesoreria aziendale, RAD Informatica, software house specializzata nei processi di recupero del credito, e Pegaso 2000, realtà specializzata nelle soluzioni software per il mondo del Credit Finance, della finanza agevolata e del Money Market.

 

In un contesto di forte attenzione per i temi di antiriciclaggio e antiterrorismo

Adriano BerneriPresidente del CDA di Berma, afferma: “Le attività di antiriciclaggio, antiterrorismo e di mitigazione del rischio sono ormai diventate cruciali per aziende, istituzioni finanziarie e pubblica amministrazione, e il mercato sta acquisendo una consapevolezza sempre maggiore riguardo a queste tematiche”.

Basti pensare che nel 2021 la UIF (Unita di Informazione Finanziaria della Banca d’Italia) ha ricevuto oltre 139.000 segnalazioni di operazioni sospette con un incremento del +23,3% rispetto all’anno precedente, per un importo che ha superato i 47 miliardi di euro. Inoltre, negli ultimi anni, gli obblighi di controllo dei processi sull’antiriciclaggio sull’antiterrorismo si sono progressivamente estesi da banche, assicurazioni e istituzioni finanziarie a moltissimi altri settori, come la PA – a cui sono oggi richieste procedure di verifica e accertamenti sempre più stringenti, anche in vista dell’assegnazione dei fondi del PNRR ­­– gli operatori del settore immobiliare, e le corporate, per cui la verifica puntuale e certa dei fornitori e della filiera risulta fondamentale per certificare e tutelare il proprio operato a livello reputazionale.

 

“Berma ha fatto la storia in questi ambiti – continua Berneri – e sono orgoglioso che quest’anno festeggi il traguardo dei suoi primi 30 anni di attività entrando a far parte di Dedagroup. Sono convinto che essere parte di un Gruppo solido e stimato dal mercato porterà nuovo impulso alla nostra crescita e ci consentirà di ampliare e diversificare il nostro portafoglio clienti, anche a livello internazionale”.

Berma ha attualmente in essere importanti partnership con Pythagoras (esclusiva in Italia, Vaticano, Malta e San Marino), Refinitiv (London Stock Exchange Group), Bureau van Dijk (Moody’s) e SGR Compliance, ed è specializzata in soluzioni software inerenti al contrasto al finanziamento del terrorismo, antiriciclaggio, Know Your Customer, audit e compliance. Oltre che in Italia, l’azienda opera anche in Lussemburgo, Svizzera, Malta, Kosovo, Albania, USA e Messico.