Bilanci

Oltre la connettività: l’impegno di EOLO per l’alfabetizzazione digitale



Con il suo primo Bilancio di Sostenibilità, Eolo si conferma come forza trainante nel settore delle telecomunicazioni e rinnova la missione di contrasto al digital divide

di Redazione

Pubblicato il 24 Nov 2023


EOLO, la società benefit specializzata nella fornitura di connettività attraverso la tecnologia FWA e tra le prime B Corp nel settore delle telecomunicazioni in Italia, ha presentato il suo primo Bilancio di Sostenibilità. Il rapporto, che traccia i successi ottenuti fino ad oggi, stabilisce gli obiettivi per il 2024 delineando un percorso ambizioso.

Il CEO di Eolo, Guido Garrone, sottolinea che la missione fondamentale dell’azienda consiste nel restituire valore ai territori, promuovendo il diritto alla connessione a Internet, la formazione e l’accesso digitale come strumenti di inclusione. “Per noi – continua Garrone – è fondamentale essere un volano di prosperità economica dei territori, con particolare attenzione alle aree a rischio di spopolamento”.

Aumentare la connessione nelle zone remote

Il potenziamento della connettività è al centro degli obiettivi di Eolo. La società si propone di aumentare entro il 2024 il numero di famiglie collegate del 8,3% e quello delle aziende del 9%. La connettività offerta da Eolo si concentra su quei territori in cui la fibra ottica risulta difficile da realizzare, utilizzando il modello Fixed Wireless Access (FWA) come leva strategica.

WHITEPAPER
Dall’employer branding all’engagement dei dipendenti: vinci le nuove sfide dell’HR con il cloud
Work performance management
Recruiting

Il significato di questo impegno si estende oltre il mero accesso a Internet. Una ricerca di The European House – Ambrosetti sottolinea che se tutte le province italiane raggiungessero il tasso di sottoscrizione alla Banda Ultra Larga della provincia di Milano, il PIL italiano potrebbe crescere del +3,5%, equivalente a circa 69 miliardi di euro.

EOLO punta sui corsi di formazione per il futuro digitale

Il Digital Economy and Society Index (DESI) evidenzia la necessità critica di sviluppare competenze digitali in Italia. Con oltre il 50% della popolazione che manca di queste competenze e solo il 40% che utilizza servizi pubblici digitali, Eolo si impegna a colmare questa lacuna. L’azienda continuerà a erogare corsi di formazione, con l’obiettivo di coinvolgere oltre 1.000 giovani e 1.000 anziani entro il 2024. I corsi si concentreranno sulla consapevolezza digitale, il contrasto al cyberbullismo e la lotta alle fake news per i più giovani, mentre per gli anziani si focalizzeranno sull’accesso semplice e sicuro a Internet.

Il progetto Carcere di Bollate: un modello di successo per EOLO

Un ulteriore aspetto del bilancio di sostenibilità è l’espansione del progetto Carcere di Bollate in collaborazione con Bee.4, iniziato nel 2021. Questo progetto ha permesso a Eolo di facilitare l’inserimento professionale dei detenuti, offrendo competenze professionali. I risultati positivi includono un elevato tasso di soddisfazione della clientela e l’assunzione diretta di un collaboratore da parte di Eolo.

“L’attenzione alla buona governance, al benessere dei dipendenti e delle comunità, alla gestione attenta dei clienti fa parte integrante della strategia aziendale” spiega Garrone che conclude “La cura per questi temi non è un aspetto secondario, ma un driver fondamentale di sviluppo e crescita”.

Valuta la qualità di questo articolo

La tua opinione è importante per noi!

LinkedIn

Twitter

Whatsapp

Facebook

Google+

Link

Oltre la connettività: l’impegno di EOLO per l’alfabetizzazione digitale

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.