Cisco Networking Academy: nuovi obiettivi e percorsi per la formazione ICT

Academy

Cisco Networking Academy: nuovi obiettivi e percorsi per la formazione ICT



Cisco festeggia 25 anni di Networking Academy e annuncia nuovi obiettivi: formare in Italia 200.000 persone nei prossimi in 3 anni e 25 milioni nel mondo da qui al 2032

di Redazione

21 Ott 2022


Gianmatteo Manghi, AD Cisco Italia

Nata nel 1997 con la convinzione che le competenze digitali sono la chiave per trasformare il futuro, oggi la Cisco Networking Academy è la più longeva e lungimirante infrastruttura di formazione IT al mondo: non solo conta nel mondo 17,5 milioni di iscrittima nei suoi primi 25 anni di attività è riuscita a coinvolgere in Italia circa 320 mila persone. Un traguardo eccezionale che ispira orizzonti ancora più ambiziosi: da qui a tre anni l’obiettivo è quello di formare oltre 200 mila persone in Italia e raggiungere altri 25 milioni in 190 Paesi nei prossimi 10 anni. E come spiega l’Amministratore Delegato di Cisco Italia, Gianmatteo Manghi l’ambizione è resa possibile dalla rete sempre più ampia di collaborazioni, progetti, iniziative in cui Cisco ma anche i suoi partner e clienti sono coinvolti: le Academy sono un vivaio di talenti essenziale per tutto l’ecosistema ICT e per le altre aziende, che hanno bisogno sempre di più di competenze digitali.

 

“Le priorità sono anzitutto i giovani, perché in un Paese con unaltissima disoccupazione giovanile le competenze digitali possono essere la chiave di volta per uno sviluppo professionale duraturo – sottolinea Manghi – Allo stesso tempo limpegno ad aumentare la partecipazione femminile, e infine, ma non meno importante, il cosiddetto reskilling di chi ha bisogno di nuove competenze per rimanere nel mondo del lavoro”. Ingente anche il valore economico del programma pari a 102 milioni di dollari investiti in 25 anni. L’entità di questo investimento dà la misura dellaccelerazione che è necessario continuare a imprimere. Il digitale crea lavoro di qualità ed è essenziale per affrontare le sfide economiche, energetiche, climatiche che abbiamo davanti”, conclude Manghi.

Cisco: la formazione per crescita, riqualificazione e riscatto

In Italia, il 70% delle 352 Academy di Cisco è erogata nelle scuole, l’altro 30% presso centri di formazione, istituzioni pubbliche, organizzazioni non profit.  Ma dietro ai numeri, come sempre, ci sono le persone che hanno trovato nelle certificazioni professionali fornite dalle Networking Academy opportunità di crescita, di riqualificazione, di riscatto. LItalia è stato il primo Paese in cui Cisco ha aperto una Academy all’interno di un carcere (Bollate) con un progetto che, anche grazie al protocollo d’intesa con il Ministero della Giustizia, si è esteso fino a coinvolgere 8 penitenziari italiani e 1.200 detenuti.

WHITEPAPER
Coinvolgi i tuoi dipendenti con una formazione che guardi alle loro esigenze, ecco come!
Risorse Umane/Organizzazione
Competenze Digitali

E sempre in Italia è nata unaltra collaborazione prestigiosa: quella con la Comunità di SantEgidio. Una collaborazione che riguarda da una parte il supporto alle persone senza dimora, dallaltra la formazione professionale con le Networking Academy. Tutto questo è raccontato nel documentario proiettato in anteprima, e visibile sulla piattaforma Discovery +.  Nel filmato, diretto da Erika Brenna e intitolato “Second Chance”, lattrice Cristiana Capotondi è testimone e narratrice, assieme agli stessi protagonisti, di 4 storie.

Le prime due storie sono ambientate nel carcere milanese di Bollate dove due detenuti sono riusciti a crearsi una “seconda opportunità” grazie al programma delle Networking Academy. La terza e la quarta storia spostano il baricentro della narrazione a Roma, nella Comunità di S.Egidio. Sono la storia di chi, dopo aver perso il lavoro e gli affetti, si è ritrovato a vivere per strada e di una coppia di giovani siriani fuggiti dal loro Paese con un bimbo di 9 mesi. Sia il primo che i secondi sono stati inseriti nel progetto Housing First, sostenuto economicamente da Cisco fin dal 2019 e arricchito dal 2021.

L’evoluzione della Cisco Networking Academy

Negli anni, il programma Cisco Networking Academy si è evoluto per offrire percorsi formativi aggiornati e rivolti a un pubblico sempre più ampio: se infatti 25 anni fa la formazione ICT era principalmente unesigenza di specifiche aziende e settori, oggi il digitale è pervasivo nella vita economica, sociale e personale. Ci sono alcune figure, come gli esperti di cybersecurity, gli sviluppatori, i professionisti delle reti, che sono estremamente richieste sul nostro mercato e difficili da trovare.

Oggi Cisco Networking Academy propone molte opportunità.

  • Formazione presso scuole e università: nel quadro di protocolli rinnovati da oltre 15 anni con il Ministero dell’Istruzione, 250 tra scuole e università italiane sono sede di Academy Cisco e affiancano alla proposta formativa i curricula di livello introduttivo per l’IoT, le Reti, la Cybersecurity, le competenze digitali di base (“Connessi e Sicuri”). La formazione è rivolta anche ai docenti. Cisco è anche partner delle attività di PCTO (Percorsi di Competenze Trasversali e Orientamento, precedentemente “alternanza scuola lavoro”) che nell’anno scolastico 2021/2022 hanno coinvolto più di 1.600 studenti.
  • Percorsi di certificazione professionale “Career Ready”: dall’inizio del programma, più di 63.500 studenti hanno completato percorsi formativi per acquisire le certificazioni Cisco. In questo ambito, si distingue il programma Junior IT Academy, realizzato con la Academy eForHum: attivo da 12 anni, porta il 100% delle persone che lo frequentano a trovare un impiego al termine della formazione, soprattutto presso aziende della rete di partner di canale ICT di Cisco in Italia.
  • Cybersecurity Scholarship: da cinque anni Cisco offre borse di studio rivolte a persone tra i 18 e i 44 anni per ottenere una formazione di settore. Con l’edizione in partenza a fine ottobre, arriveranno a 3.000 le borse erogate dall’inizio del progetto e quest’anno viene introdotta una nuova certificazione professionale di cybersecurity entry-level.
  • Programmazione: la rete di oggi è sempre più automatizzata e incentrata sul software e rende centrali le competenze di sviluppo applicativo, integrate con le competenze specifiche sulle reti. In questa area sono attive formazione di base con DevNet Learning Lab e iniziative di formazione avanzata e di eccellenza, come quelle erogate presso la Cisco Academy dell’Università Federico Secondo di Napoli, con il Digital Networking Bootcamp.
  • Partnership per l’Impiego: Cisco ha importanti partnership per l’impiego che coinvolgono le istituzioni e il settore privato. Nel 2021, i corsi Cisco Networking Academy sono stati inseriti nella piattaforma Giovani 2030 del Ministero della Gioventù, come opportunità di formazione rivolta al lavoro pensando ai più giovani e ai NEET (persone che non lavorano e non studiano). Altre partnership sono attive con Experis – Manpower Group (con cui esiste una collaborazione a livello mondiale), con Randstad, con il programma Generation Italy di McKinsey &Company, con l’attività italiana di Ecole 42, presso la LUISS a Roma.
  • SKILLS FOR ALL: una nuova piattaforma digitale per la formazione in auto-apprendimento, che permette a ognuno di seguire percorsi formativi con flessibilità, elasticità e in modo coinvolgente, attraverso la gamification. Chiunque, con un device mobile e una connessione, può accedere gratuitamente ai contenuti trovando quello che gli serve per il suo livello di competenze e necessità.