La fine (decretata) di BlackBerry OS: addio definitivo nel 2019 - TechCompany360

Smartphone

La fine (decretata) di BlackBerry OS: addio definitivo nel 2019



Il marchio di smartphone professionali chiuderà il suo app store entro la fine del 2019 ma già il prossimo anno terminerà alcuni servizi dedicati all’utenza business

Paolo Longo

27 Dic 2017


Dopo esser passata ad Android, BlackBerry ha lentamente fatto fuori il suo vecchio sistema operativo, incapace di fronteggiare la spietata concorrenza. Più volte sull’orlo del baratro, la compagnia originaria del Canada sembra aver ripreso in mano le redini del proprio destino, affidandosi a TCL, marchio cinese che da un po’ tratta la parte di design e assemblaggio hardware dei terminali con il marchio della mora. La strategia di abbandono di BlackBerry OS prosegue senza sosta, tanto che anche i software di terze parti, come WhatsApp, hanno comunicato di non supportare più nel prossimo futuro gli smartphone potenziati dalla piattaforma BB 10, perché oramai priva di interesse.

 

Il prossimo passo è la chiusura del BlackBerry World, store di app la cui esistenza verrà naturalmente a perdere di significato, man mano che i telefonini precedenti ad Android saranno sostituiti con i più nuovi. Il 31 dicembre del 2019 non si potrà più accedere al negozio di app mentre a febbraio dell’anno prima, nel 2018, chiuderà i battenti BlackBerry Travel, giusto un mese prima di Playbook, il servizio interno di videochiamate. Nonostante ciò, gli utenti con BB 10 potranno contare su due anni aggiuntivi di supporto per le applicazioni rimanenti, dopo i quali gli affezionati si ritroveranno tra le mani un device di certo non inutile ma poco funzionale alle attività professionali, vista la mancanza di programmi aggiornati.

WHITEPAPER
Le Application Programming Interface e il loro ruolo nella API Economy. La guida
Software
Application Lifecycle Management

Stando alla compagnia, al mondo ci sono ancora milioni di persone con uno smartphone BlackBerry 10, che proprio non vorrebbero abbandonare l’idea di usare qualcosa di diverso, magari con una Mela impressa sul retro oppure un sistema operativo spesso troppo vulnerabile. L’idea? Un programma di trading con cui invogliare i possessori di BB 10 a comprare un nuovo cellulare del gruppo con Android, spiegando le implementazioni apportate dall’azienda per proteggerlo a dovere. Grazie alle piattaforme sviluppate dai team dedicati infatti, BlackBerry KeyOne e Motion sono considerati tra gli smartphone Android più sicuri, ottimi anche a livello enterprise.

LinkedIn

Twitter

Whatsapp

Facebook

Google+

Link

La fine (decretata) di BlackBerry OS: addio definitivo nel 2019

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *