La sicurezza “estesa” spiegata ai Bludis Security Day - TechCompany360

Distribuzione

La sicurezza “estesa” spiegata ai Bludis Security Day



Il distributore conclude a Milano il proprio tour dedicato alla security, da intendere sempre più come processo esteso, che coinvolge più ambiti, a cui concorrono brand e soluzioni complementari

Gianluigi Torchiani

29 Apr 2016


Parlare di sicurezza a sé stante è ormai un concetto limitativo. La sicurezza sempre più è, infatti, trasversale su tutti gli ambiti dell’azienda, e deve per forza coprire dai device, alle reti, alle applicazioni e all’infrastruttura stessa. Queste le premesse che hanno portato Bludis a organizzare il Bludis Security Day, un evento itinerante che ha toccato Roma, Bologna e Milano per illustrare i trend, le esigenze dei clienti e le risposte che il distributore romano è in grado di dare al canale attraverso i brand a listino e le attività a supporto.

«Quello della Sicurezza è uno dei nostri ambiti di focalizzazione – ha dichiarato Maurizio Erbani, Sales & Operations Director di Bludis -, importante e trasversale a tutti gli altri, che comprendono Communication, IT Management, Education, oltre a IoT/M2M. Un’offerta a valore che seguiamo dalla nostra sede di Roma riuscendo a coprire l’intero territorio nazionale, anche grazie a una nostra presenza a Milano. Venticinque persone in tutto, la metà delle quali con specifiche competenze tecniche, in grado di offrire supporto pre e post vendita e formazione a tutta la nostra rete di partner, e altri con funzione di sviluppo del business prendendo contatti con i clienti, per poi metterli in contatto con i partner più adatti, oltre che per realizzare iniziative di marketing per e con i partner per generare nuove opportunità».

Un listino, quello di Bludis sulla sicurezza, che ha iniziato a popolarsi una quindicina di anni fa, con una scelta di brand specifici e complementari, inizialmente con spirito pionieristico, anche se alcuni dei quali, col tempo, sono diventati molto diffusi sul mercato. Ma la volontà di includere marchi nuovi non si è fermata, e il roadshow è stato appunto organizzato per presentare al canale le new entry della propria offerta di Security.

«Il Bludis Security Day si è concentrato su 3 vendor di sicurezza: Libraesva, prodotto italiano di antispam; Macmon, brand tedesco specializzato nel network access control e l’americana iBoss con soluzioni di Internet Security e Web filter, cui si aggiunge Manage Engine, un marchio di IT Management che distribuiamo in effetti già da tempo, ma che ha sviluppato funzionalità che crediamo possano essere utili al security manager – prosegue Erbani -. Abbiamo, con questo evento, voluto creare un possibile scenario di attacco a un’azienda, e le possibilità di difesa, evidenziando anche gli errori più comuni, spesso dei dipendenti, complici inconsapevoli o sprovveduti della buona riuscita delle azioni malevoli del cybercrime. Allertando sul fatto che ormai le problematiche di sicurezza coinvolgono qualsiasi ambito che prevede connessione al Web, dall’IoT, appunto, alla gestione, e non più solo la protezione del perimetro».

. Discorso ampio, quindi, su come affrontare la sicurezza, per il quale il distributore intende proseguire nella propria strategia di ampliamento del listino a brand che vadano a coprire aspetti specifici. Un percorso che punta a dare una complementarietà tra le soluzioni a disposizione, prodotti abbastanza nuovi per il mercato italiano su cui vengono anche garantite marginalità differenti rispetto a marchi ampiamente diffusi, oltre che un adeguato contributo al vendor per il quale sviluppare canale e mercato a livello nazionale. «In tutti gli ambiti tecnologici che copriamo avremo delle novità a breve – conferma Erbani -, siamo infatti in dirittura d’arrivo per nuovi accordi in area IoT e M2M, ma anche sugli altri fronti che trattiamo, con buone proposte da parte di vendor interessanti».

Guida al network access control: scopri come governare in completa sicurezza la complessità degli ambienti IT. Scarica qui