«Serve un salto di qualità, scommettiamo sulle persone», Computer Gross e il cloud di valore - TechCompany360

«Serve un salto di qualità, scommettiamo sulle persone», Computer Gross e il cloud di valore



Intervista esclusiva con Paolo Castellacci, guida di Computer Gross e profondo conoscitore delle dinamiche che muovono il canale in Italia. «E’ un buon anno, cresciamo, sul cloud ci siamo mossi bene ma i reseller ora sono attesi da un salto di qualità»

Marco Maria Lorusso

02 Nov 2015


 

«Abbiamo appena inaugurato un asilo collegato alla nostra struttura, le nostre persone e le loro esigenze vengono prima di tutto, sono il nostro capitale». Gli incontri con Paolo Castellacci cominciano sempre così, dalle persone. Niente tormentoni e ritornelli, semplicemente un valore a cui il distributore di Empoli tiene in maniera particolare. Un valore che, mai come quest’anno forse è al centro dei pensieri e delle azioni di questa società.

«E’ un anno particolare – conferma Castellacci – ci stiamo muovendo con forza in direzione del territorio e del supporto ai partner. Abbiamo avviato il progetto della catena di Cash&Carry proprio con l’idea di offrire punti di contatto in cui i clienti sul territorio possono trovare non commessi ma tecnici e consulenti di valore in grado di confrontarsi con loro».

Una decisione coraggiosa e quasi controtendenza… «Vero, ma è una decisione che ci sta regalando grandi soddisfazioni, abbiamo aperto già 4 punti vendita ed entro la fine dell’anno ne arriveranno altri due. L’obiettivo è quello di costruire un’offerta nuova e di valore su un format e un modello storico e riconosciuto come quello del Cash&Carry». Una strategia precisa che consente oggi a Computer Gross di avere un business in cui il “valore” rappresenta oltre il 65% del fatturato.

WHITEPAPER
Wi-Fi o 5G per le imprese? Una guida spiega cosa (e come) scegliere
Personal Computing
Telco

La scommessa del cloud

Dal territorio alle nuvole, Computer Gross porta lo stesso identico approccio “umano” anche al paradigma più etereo e intangibile… per definizione. «Siamo stati tra i primi a scommettere e investire seriamente sul cloud con in datacenter di proprietà e un programma come Arcipelago. Un progetto esclusivamente pensato per consentire ai reseller di sviluppare business con questo nuovo modello di pensare e gestire l’innovazione digitale. I risultati a oggi sono buoni ma c’è ancora molta strada da fare. Oggi buona parte del business legato al cloud è sviluppato sostanzialmente “trasformando” in servizi soluzioni tradizionali come storage, mail, produttività… Il cloud nel suo senso più ampio, di trasformazione dell’infrastruttura hardware e software delle imprese chiede ora un salto di qualità culturale e tecnologico ai reseller. Un salto di qualità sul quale siamo pronti e attrezzati… con le nostre persone, ovviamente».

 

 

 

LinkedIn

Twitter

Whatsapp

Facebook

Google+

Link

«Serve un salto di qualità, scommettiamo sulle persone», Computer Gross e il cloud di valore

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *