#HPEGPC 16, arriva un nuovo Partner Ready - TechCompany360

Speciale #HPEGPC

#HPEGPC 16, arriva un nuovo Partner Ready



Il programma di canale di HPE è stato rivisto, con l’introduzione di undici nuove competenze, in modo da lasciare spazio ai molteplici modelli di business dei partner

Gianluigi Torchiani

13 Set 2016


Da Boston, dove si sta svolgendo in queste ore la Global Partner Conference di HPE, arrivano grosse novità. In particolare, il vendor ha annunciato modifiche al suo programma di canale, denominato Partner Ready, che includono l’integrazione di competenze, un nuovo e completamente integrato programma per il mondo del Networking (Aruba), così come per i Service Provider, oltre che l’introduzione di nuove risorse marketing a disposizione degli operatori di canale. Che contribuiscono in misura determinante al business di HPE: circa il 70 per cento del fatturato dell’azienda passa per l’indiretta.

Più precisamente, come ha spiegato Jesse Chavez, vice president worldwide indirect strategy and operations di HPE, la versione riveduta del programma permetterà ai partner di adottare molteplici modelli di business: sarà dunque possibile rivendere, ma anche gestire o integrare le soluzioni, persino svilupparli, senza essere “incasellati” in categorie più o meno rigide. Altre promesse per i partner sono quelle di poter prevedere più facilmente le proprie entrate, di poter contare su un sistema di deal registration che dovrebbe assicurare maggiori benefici, oltre che su un sistema di reporting semplificato.

Altro punto importante è l’introduzione di 11 nuove aree di competenza per i partner, con l’obiettivo dichiarato di rendere il programma meno prodotto-centrico e più incentrato sulla capacità di rivendita delle soluzioni. Di queste, sei saranno già disponibili dal primo novembre: Application Development and Transformation; IT Automation and Orchestration; Incident Recovery/Data Backup and Recovery; Data Management Infrastructure and Architecture; Digital Collaboration; Intelligent Workspace. 

Le altre cinque competenze, che saranno invece introdotte entro i prossimi 12 mesi, sono: Risk Management and Secure Design; Threat Detection and Response; Data Discovery and Assessment; Data Analytics and Business Insight; Campus Mobility. I partner che hanno le competenze potranno registrare la loro area di competenza con HPE, con la convalida che avverrà sulla base delle referenze dei clienti. Per quelli che vorranno ottenere ex novo una di queste competenze, HPE offrirà assistenza per la prevendita e formazione alla vendita. Le competenze restano comunque su base volontaria, mentre le specializzazioni sono invece obbligatorie.

Più in generale sono stati introdotti numerosi cambiamenti nei diversi tronconi che compongonoPartner Ready. Ad esempio, per quanto riguarda i service provider, sono stati introdotti miglioramenti che puntano a trattarli come veri e propri partner, così da andare ad aggredire il mercato insieme a loro. In questo senso saranno messe a disposizione campagne e strumenti di marketing, ma anche un modello di pagamento pay-as -you -go. Strumenti e opportunità simili sono offerti anche per gli altri segmenti del programma. Particolarmente importante è poi il lancio di un nuovo programma di canale per Aruba, con tanto di portale dedicato, con l’obiettivo di aiutare i partner a cogliere tutte le opportunità nel segmento mobile.

LinkedIn

Twitter

Whatsapp

Facebook

Google+

Link

#HPEGPC 16, arriva un nuovo Partner Ready

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *