V-Valley, le strategie di crescita verso un futuro multicloud

STRATEGIE

V-Valley, le strategie di crescita verso un futuro multicloud



La società del Gruppo Esprinet spiega l’offerta per i nuovi ambienti IT ibridi e multi-brand. Al centro, le iniziative per il canale e la partnership con Vmware

Arianna Leonardi

10 Dic 2020


Roberto Grigolato, BU Manager di V-Valley

Gli ambienti multicloud si profilano attualmente come la scelta primaria per moltissime organizzazioni, che ricercano flessibilità, efficienza e resilienza dalle proprie infrastrutture IT. L’obiettivo è servire il business con efficacia e tempestività, rispondendo a un mercato sempre più competitivo e incerto.

Da una prospettiva privilegiata, V-Valley, distributore a valore aggiunto di soluzioni informatiche complesse, controllato al 100% dal Gruppo Esprinet, offre un punto di vista sull’evoluzione del cloud (percezione ed esigenze delle imprese, stato di adozione, riorganizzazione del canale), aprendo una panoramica sull’offerta Vmware.

Semplificare la gestione degli ambienti multicloud

«Negli ultimi anni racconta Roberto Grigolato, BU Manager della società sono aumentate le richieste dei partner relative a scenari ibridi e multicloud, mentre i fornitori hanno arricchito la gamma dei servizi offerti tramite la nuvola. Le aziende possono quindi attingere da un ampio ventaglio di soluzioni per la costruzione degli ambienti IT, scegliendo i brand più adatti alle proprie esigenze. Ad esempio, possono disegnare scenari ibridi con un datacenter locale, risorse computazionali su un cloud pubblico, soluzioni di backup sulla nuvola di un altro provider».

Tuttavia, la flessibilità architetturale garantita dal multicloud rischia di generare una complessità crescente, difficile da gestire. Diventa quindi importante andare sul mercato con una proposta ad ampio spettro, ma in grado di agevolare l’amministrazione dei nuovi ambienti.

«V-Valley dichiara Grigolato sta varando una nuova piattaforma cloud semplice da utilizzare, ma comunque ricca di soluzioni e servizi a catalogo, supportata da un team di risorse locali (architetti cloud, tecnici specializzati, business developer, brand manager e sviluppatori). La piattaforma si rivolge ai nostri clienti e partner, consentendo di acquistare e gestire da un’unica console il parco di soluzioni cloud, apparecchiature elettroniche e servizi disponibili all’interno dell’offerta V-Valley».

Le strategie per ampliare il mercato dei servizi cloud

L’offerta cloud si innesta all’interno di una visione più ampia, che afferisce al modello as-a-service nella sua accezione più generale.

«In qualità di aggregatore chiarisce Grigolato , V-Valley intende arricchire la vendita transazionale ampliando la gamma di prodotti e servizi a consumo. Il modello as-a-service e l’offerta cloud ci permetteranno di soddisfare le necessità attuali e future dei clienti, che chiedono soluzioni complete da pagare in base a quanto effettivamente utilizzato».

Il manager cita ad esempio: le offerte IaaS e SaaS, che permettono alle aziende di utilizzare come servizio in cloud le risorse infrastrutturali e applicative; i Managed Print Services, che permettono alle aziende di stampare un numero di pagine predefinito secondo un “costo copia” e senza acquistare la periferica; il concetto di Device-as-a-Service, per cui tutti i dispositivi del workplace vengono affittati all’interno di un canone mensile, che include la gestione e manutenzione da parte del fornitore.

V-Valley supporta il canale nella cloud strategy

Chiaramente, il passaggio ai nuovi modelli di gestione e consumo IT impone alle aziende anche un cambio di passo in termini di cultura, organizzazione e competenze.

Come afferma Grigolato, V-Valley accompagna i partner nei percorsi di trasformazione, attraverso strategie precise.

«Alle figure di prevendita spiega il BU manager forniamo, anche in modalità on-demand, presentazioni e demo delle ultime soluzioni. Per gli addetti alla vendita, istituiamo corsi di formazione sul posizionamento dell’offerta e sul supporto specialistico. Inoltre, organizziamo momenti di condivisione delle strategie e tavole rotonde con i decisori aziendali per capire le evoluzioni del mercato. L’obiettivo è rispondere in modo puntale e tempestivo alle crescenti richieste del canale».

La partnership con Vmware e le iniziative di crescita

Grazie alle strategie adottate, V-Valley in questi anni è cresciuta notevolmente: oggi conta oltre 240 professionisti, un fatturato di 440 milioni di euro e oltre 13.400 clienti attivi.

L’alleanza con Vmware ha sicuramente contribuito al successo aziendale: attraverso le soluzioni di virtualizzazione e iperconvergenza del vendor, V-Valley offre infatti ai propri reseller un ampio ventaglio di possibilità per realizzare i progetti di digital transformation dei clienti finali.

«Lo stretto legame con Vmware puntualizza Grigolato, ci permette di capire le strategie e anticipare i trend tecnologici, quindi di essere proattivi verso il canale. Mettiamo a disposizione dei nostri partner un team di risorse specializzate su soluzioni Vmware, che fornisce supporto in ambito commerciale, marketing e tecnico. Per favorire l’arricchimento delle competenze, organizziamo molteplici iniziative tra cui bootcamp per ottenere certificazioni, webinar sulle nuove tecnologie per il mondo Vmware (ad esempio Horizon, WorkspaceOne, Carbon Black, Velocloud) e demo live. Supportiamo inoltre i reseller con attività volte a stimolare la domanda e generare nuove opportunità di business, ad esempio, attraverso lo sviluppo di campagne social. Infine, la nostra squadra di Business Developer, Presales Engineer e Software Specialst affianca i partner nel comprendere le esigenze del cliente finale e disegnare l’architettura ottimale, definendo un’offerta su misura».

Guida alla gestione degli ambienti multicloud. Scarica il white paper