(R)evolution: il nuovo programma per gli ISV di TIM, Noovle, Google Cloud

Reportage

La (R)evolution di TIM, Noovle e Google Cloud passa da un nuovo programma per gli Independent Software Vendor



Una giornata giocata tutta all’insegna del valore delle partnership. Ecco quanto emerso nel corso dell’evento “ISV (R)evolution! – Partnership di valore in un mondo che cambia” promosso da TIM, Noovle, la Cloud Company di TIM, e Google Cloud

Maria Teresa Della Mura

09 Mag 2022


Le nuove opportunità per i Digital Player sono state presentate nel corso di una giornata di lavoro, durante la quale TIM, Noovle, la Cloud Company del Gruppo TIM e Google Cloud hanno sottolineato l’importanza di partnership solide anche – e soprattutto – nei percorsi di cloud transformation.

Una giornata giocata tutta all’insegna del valore delle partnership. E delle partnership di valore.
Così, in sintesi estrema, potremmo riassumere il fil rouge lungo il quale si è sviluppato, nei giorni scorsi, l’incontro “ISV (R)evolution!Partnership di valore in un mondo che cambia” promosso da TIM, Noovle, la Cloud Company di TIM, e Google Cloud, non solo per presentare le novità del programma dedicato agli Independent Software Vendor, ma anche per mettere in luce le opportunità che le partnership “giuste” insieme alle tecnologie e agli strumenti appropriati rappresentano per sviluppatori, ISV e startup.
Concetto questo ben evidenziato, in apertura dei lavori, da Stefano Mainetti, Responsabile Scientifico dell’Osservatorio Cloud Transformation della School of Management – Politecnico di Milano, il quale ha parlato della crescita del mercato cloud nel nostro Paese – crescita che non ha conosciuto soste né rallentamenti negli ultimi mesi – e di come le progettualità e le iniziative di innovazione legate al cloud siano sempre di più al centro delle agende del top management.

Un cambiamento importante, questo, che si riflette anche su tutti gli attori dell’ecosistema cloud.
All’interno del grande mondo degli operatori del canale ICT, di cui ISV, sviluppatori e startup fanno parte, in questi anni sono numerose sia le realtà che hanno aggiunto nuovi servizi alla propria offerta sia quelle che hanno visto intensificarsi le relazioni con i propri clienti e che in ragione di questi cambiamenti hanno registrato importanti incrementi di fatturato.
Numero e qualità delle relazioni fanno la differenza ed è proprio per questo che oggi più che mai lavorare sulla costruzione di un ecosistema di partnership di valore è un elemento determinante.

È stato Claudio Ricci, Head of IT, Cloud & Digital Market di TIM, a tradurre in concreto l’importanza di un rapporto più stretto e costruttivo tra i fornitori di infrastrutture, servizi e tecnologie e la community dei Digital Player tecnologici ai quali è indirizzata una serie di benefit non solo di tipo economico, ma anche tecnico e di supporto.
“Un programma – sottolinea Ricci – che fa leva proprio sulla forte collaborazione e sinergia che si è creata tra TIM, Noovle e Google Cloud e che proprio grazie a questa stretta relazione rende disponibili supporto formativo, benefit tecnici e di comunicazione, oltre alla possibilità di accedere in anticipo alle innovazioni tecnologiche Google Cloud e di collaborare nella costruzione e proposizione di servizi innovativi”.Il programma è articolato su quattro livelli di partnership, nella classica ripartizione Silver, Gold, Platinum e Diamond, e dà accesso – naturalmente in misura differente in ragione del livello acquisito sulla base del “consumo” di Google Cloud Platform – a sconti dedicati, risorse per finanziare campagne di advertising e di marketing congiunte, possibilità di usufruire di servizi professionali, crediti cloud per erogazione di PoC e demo, erogazione di attività tecniche pre-sale e post-sale, possibilità di accesso e utilizzo di demo center, supporto di Certified Engineer dedicati, oltre a corsi, certificazioni e workshop.

Nella promozione delle soluzioni e iniziative dei partner aderenti, Ricci ha sottolineato il ruolo e l’importanza di TIM Digital Store, il MarketPlace TIM delle soluzioni SaaS per la clientela Business, e TIM Open, il portale dedicato proprio agli ISV.
“Il Marketplace – spiega Ricci – è un importante strumento di visibilità per i partner. È stato lanciato nel 2014 e dal 2016 è aperto ai partner. Al momento contiamo 180 Developer attivi sulla piattaforma con oltre 300 Soluzioni. È una opportunità interessante, dal momento che il cliente ha la possibilità di acquistare le soluzioni in modalità self service, quindi in un’ottica di self-provisioning, oppure può richiederle al funzionario commerciale TIM di riferimento”.

“Un ruolo chiave – evidenzia a sua volta Attilio Somma, Head of Communications, Events & Vertical Solutions, Noovle – spetta e sempre più spetterà ai Demo Center che Noovle sta realizzando sul territorio nazionale. Dopo l’apertura di un Centro di Eccellenza per l’Intelligenza Artificiale e lo sviluppo del Cloud presso le OGR (Officine Grandi Riparazioni) di Torino, ne seguiranno altri ”.
I Demo Center sono strutture pensate proprio per gli ISV, poiché offrono spazi per ospitare clienti e partner per presentazioni e sessioni demo, o per prendere parte ad eventi esclusivi del Gruppo TIM, dedicati alle industry oppure alle singole tecnologie. Dispongono di spazi espositivi, per presentare le proprie soluzioni e di aree specifiche destinate al coworking, alla formazione, al networking.

Noovle, inoltre, per gli ISV in linea con la propria offerta, valuterà l’inserimento delle soluzioni in target a catalogo o a progetto, offrendo strumenti chiave aggiuntivi al programma lanciato nel corso dell’evento.

Al di là degli aspetti specifici del programma dedicato agli ISV, infatti ci sono delle ragioni molto solide che dovrebbero spingere un ISV a prendere in seria considerazione la partnership con TIM, Noovle e Google Cloud.

“Ragioni – ha spiegato ancora Somma – che non sono solo le 974 certificazioni Google Cloud di cui dispongono TIM e Noovle o le 22 expertise che spaziano su varie industry, prodotti e soluzioni di cui dispone Noovle. Il vero motivo per cui puntare su questa partnership è la capacità che insieme abbiamo di supportare le aziende nei processi di trasformazione digitale, sia in termini di Sales Enablement per il posizionamento delle loro soluzioni sul mercato sia grazie ad eventi e workshop dedicati per clienti in target e sul territorio”.
Soprattutto, insieme TIM e Noovle offrono alle imprese l’opportunità di coprire tutti i bisogni ICT con servizi di connettività mobile e fissa, Cloud, AI e altri servizi ICT. Offrono infrastrutture e tecnologie in grado di supportare progettualità di innovazione, dispongono della più grande retea di Data Center in Italia e offrono l’opportunità di aprirsi a scenari internazionali, facendo leva sulle competenze di Sparkle.

Da parte sua, Antonio Smiraglia, Partner Development Manager in Google Cloud, mette in luce altri aspetti che rappresentano i vantaggi della partnership con TIM, Noovle e la stessa Google Cloud.
“In primis l’accesso a un gruppo di risorse professionali, messe a disposizione nell’ambito della partnership strategica tra Google Cloud e TIM. Questo significa poter disporre di competenze tecnologiche altamente qualificate per attività che spaziano dal supporto progettuale al supporto prevendita, dall’aiuto in attività di ammodernamento applicativo all’upskilling”.
Nel quadro del programma per i Digital Player, tutto questo si traduce in servizi di validazione architetturale, nell’aiuto nella realizzazione di Proof of Concept (PoC), nella gestione congiunta di workshop per i clienti e percorsi formativi, nei quali sono incluse anche “office hour”, nel corso delle quali l’ISV ha a sua disposizione un esperto Google Cloud per le sue necessità.

L’incontro si è chiuso con la testimonianza di quattro ISV, Happeo, iGenius, SAS e HyperTV, che hanno raccontato le proprie storie imprenditoriali e come proprio il programma dedicato ai Digital Players di TIM, Noovle e Google Cloud abbia loro consentito di dare una spinta alle loro soluzioni e posizionarle al meglio sul mercato sia in termini di solidità tecnologica, sia in termini di posizionamento e visibilità.

In chiusura dell’incontro, sono stati forniti tutti i dettagli per accedere al programma.

È necessario iscriversi a questo indirizzo isv.noovle.com, compilando il form di candidatura. Sarà cura di Noovle e TIM avviare le fasi di contatto e di onboarding.