Perché Google ha mappato la Stazione Spaziale Internazionale (ISS) - TechCompany360

Google Street View

Perché Google ha mappato la Stazione Spaziale Internazionale (ISS)



Street View sale a bordo della ISS per la prima volta in assenza di gravità. Nessuna fotocamera standard ma un sistema 3D usato da un astronauta francese

Paolo Longo

08 Ago 2017


Da quanto è nata, Street View è diventata una piattaforma con la quale visitare praticamente ogni paese al mondo, camminando in maniera virtuale tra le sue strade. Dopo un progetto legato alla Luna, ora Google ci porta direttamente nello Spazio, a bordo della ISS, la Stazione Spaziale Internazionale. La mappatura della navicella è stata effettuata da Thomas Pesquet, un astronauta francese della ESA, European Space Agency, che si è prestato a svolgere il ruolo di solito occupato dai tracker sulla Terra. Ovviamente dietro il lavoro c’è la presenza di diversi soggetti, tra cui la NASA, la stessa ESA, la JAXA, Roscosmos e Casis. Pesquet non solo ha digitalizzato i 15 moduli dell’ISS ma anche i due mezzi utilizzati per il docking, lo SpaceX Dragon e Orbital Cygnus.

Google mette il naso all’interno della stazione spaziale internazionale (ISS)

Fotocamere extraterrestri

A differenza di quanto succede da noi, non è stato possibile trasportare sulla Stazione Spaziale Internazionale le stesse attrezzature usate da Google per il merge delle immagini in 3D. Per questo motivo l’astronauta si è trovato a dover progettare un sistema in grado di catturare e poi ricreare foto di qualità per la visualizzazione tridimensionale. In realtà usare un metodo poco ortodosso e non strettamente connesso alle linee guida di Big G, ha permesso di aggiungere informazioni ulteriori agli ambienti ripresi. Per la prima volta le fotografie raccolte sono state corredate di note e specifiche, come accade solo per le immagini pubblicate sulla piattaforma Google Arts&Culture. Un primato non da poco che segue la già novità del debutto assoluto di Street View in assenza di gravità.

WHITEPAPER
Fashion del futuro: ecco i tech trend che salveranno la moda!
Cloud
Datacenter

LinkedIn

Twitter

Whatsapp

Facebook

Google+

Link

Perché Google ha mappato la Stazione Spaziale Internazionale (ISS)

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *