Reti

Nokia sperimenta internet veloce a 10Gbps

I Bell Labs del marchio finlandese hanno lanciato XG-Cable, una tecnologia in grado di velocizzare le connessioni su cavi di fibra coassiali

Pubblicato il 18 Mag 2016

Paolo Longo

nokia-bell-internet-160517131255

Il mondo va nella direzione del 5G ma c’è chi guarda al futuro più prossimo delle connessioni cablate. Nokia, attraverso i suoi Bell Labs, ha infatti realizzato XG-Cable, una tecnologia che, secondo la compagnia, permetterà di sfruttare connettività full duplex su reti ibride in fibra, compatibili con i cavi attualmente in uso. Durante un recente test, Nokia è stata in grado di trasferire contenuti via web alla velocità di 10Gbps, utilizzando uno spettro a 1.2 GHz tramite un cavo da 100 metri. In un ambito più pratico, la multinazionale ha simulato il passaggio di informazioni in modalità point-to-multipoint, raggiungendo la velocità di 7.5Gbps. Si tratta di una cifra ragguardevole che potrebbe essere ulteriormente perfezionata con la riduzione dei disturbi, proprio grazie alla tecnologia XG-Cable.

Quando arriverà

Sebbene si tratti ancora di un prototipo, secondo Nokia il sistema XG non è poi così lontano da un’effettiva adozione. Basterà attendere che le reti in fibra vengano aggiornate per gestire lo standard internazionale Docsis 3.1, che prevede appunto il supporto a velocità di 10Gbps. La novità della sperimentazione di Nokia è che, a differenza del Docsis 3.1 classico che ha il limite di 1Gbps in upload, XG-Cable porta una connessione simmetrica, ovvero la stessa velocità a 10Gbps sia in ricezione che in invio dati. Ciò consentire una migliore fruizione di servizi via streaming e il nascere di numerose opzioni aggiuntive da parte degli operatori, senza la necessità di sostenere elevati costi di aggiornamento o di gestione delle reti. Nokia possiede i Bell Labs come parte del “pacchetto” da 15,6 miliardi di euro versato per l’acquisizone di Alcatel-Lucent nell’aprile dello scorso anno. Proprio grazie ad Alcatel-Lucent, la società è riuscita ad allargare il suo raggio d’azione nella fornitura di fibra in diversi paesi, tra cui l’Australia.

Valuta la qualità di questo articolo

La tua opinione è importante per noi!

Articoli correlati

Articolo 1 di 5