Come Microsoft supporta gli ISV nel passaggio verso il Cloud - TechCompany360

Sviluppatori

Come Microsoft supporta gli ISV nel passaggio verso il Cloud



Uno speciale e-book “Guida completa alle risorse ISV” realizzato da Microsoft rende possibile scoprire tutti i vantaggi per gli Independent Software Vendor assicurati dal Partner Network

di Redazione

09 Dic 2020


La caratteristica che ha sempre contraddistinto gli ISV (Independent software vendor) è la capacità di progettare e sviluppare in maniera autonoma delle soluzioni software che possono essere utilizzate dalle aziende per i propri scopi. Chiaramente, sino a non molto tempo fa, questi software e applicativi andavano installati fisicamente a livello locale, ossia nei pc e nei dispositivi dei clienti. Oggi invece, gli ISV non possono certo trascurare l’avvento del cloud, che ha cambiato completamente sia le dinamiche di sviluppo che quelle di distribuzione del software applicativo. Non solo: il cloud rappresenta un’opportunità per questi operatori di aumentare il proprio business, servendo al meglio i propri clienti e allargando il raggio d’azione sul mercato. In particolare grazie alla possibilità di accedere ai business marketplace applicativi messi a disposizione dai provider cloud, a cui fanno riferimento milioni di organizzazioni a livello globale. Uno di questi provider è senza dubbio Microsoft, che mette a disposizione tutta una serie di strumenti concepiti per agevolare le opportunità di business dei propri partner ISV.

Come mette in evidenza questo speciale e-book “Guida completa alle risorse ISV” realizzato da Microsoft, il passaggio fondamentale per gli ISV che vogliono lavorare con Azure è entrare a far parte del Microsoft Partner Network. Si tratta infatti del programma che raccoglie tutti gli strumenti, le informazioni, i vari percorsi di formazione specializzata utili per chi sviluppa o modernizza le applicazioni per Azure. Ad esempio, un aspetto molto importante del programma è la formazione, cruciale per padroneggiare una tecnologia innovativa come quella del cloud. Gli ISV impegnati nel Microsoft Partner Network sono infatti tenuti a conseguire regolarmente delle certificazioni, a stretta garanzia dei risultati ottenibili dal cliente finale. In particolare, i partner Gold possono intraprendere dei percorsi di specializzazione avanzata, così da affrontare la migrazione di data warehouse e di database opensource sul cloud; oppure possono acquisire una formazione di livello su come intraprendere il processo di modernizzazione delle applicazioni Web già esistenti verso Microsoft Azure.

 

New call-to-action

 

 

Più in generale, gli ISV che puntano sul cloud devono dedicarsi a un mercato che prevede modalità estremamente diverse da quelle dell’on premise. Per questo motivo Microsoft mette a disposizione una serie di informazioni e di strumenti utili, che permettono di ricavare un’analisi dei vantaggi economici che possono derivare da un approccio as a service delle proprie applicazioni. Da un punto di vista tecnologico il Centro Architetture di Azure mette a disposizione una serie di modelli e di procedure consolidate utili per la progettazione di soluzioni cloud con Microsoft Azure. Non meno importante è l’aspetto consulenziale: l’adesione al Microsoft Partner Network consente di poter contare su consulenti dedicati, che possono fornire consigli utili su come reimpostare la propria struttura aziendale in modo da ottimizzare i guadagni. In particolare, per abilitare le vendite è disponibile il servizio Go to Market with Microsoft, che offre ai partner ISV una serie di aiuti alla vendita delle soluzioni sviluppate in cloud. Sul fronte del marketing il Microsoft Partner Network supporta gli ISV nel comunicare ai clienti i vantaggi delle soluzioni Azure, ormai diventato un enorme marketplace disponibile in 140 Paesi e con milioni di utenti. Tra i vari incentivi e programmi presenti nel Partner network, c’è una promozione particolarmente significativa: Microsoft mette a disposizione degli ISV un account gratuito della durata di un anno. In questi 12 mesi di tempo diventa dunque possibile sperimentare come spostare i dati e le app in cloud, creare esperienze coinvolgenti per i clienti e creare nuove app cloud native. Insomma, Microsoft con il suo Partner Network supporta gli ISV con un vasto portafoglio di agevolazioni consulenziali, tecniche, marketing, commerciali, per sviluppare un proprio business basato sul modello as a service.

LinkedIn

Twitter

Whatsapp

Facebook

Google+

Link

Come Microsoft supporta gli ISV nel passaggio verso il Cloud

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *