Hitachi Systems CBT cambia proprietà e diventa Westpole - TechCompany360
Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

Operazioni

Hitachi Systems CBT cambia proprietà e diventa Westpole



Il Fondo di investimento LIVIA Corporate Development SE ha annunciato l’acquisizione della società italiana specializzata nei servizi IT dalla multinazionale giapponese Hitachi. Al vertice sale Massimo Moggi

di Redazione

19 Dic 2018


Hitachi Systems CBT cambia proprietà: il fondo LIVIA Corporate Development SE ha infatti annunciato l’acquisizione del 100% del capitale azionario della società da Hitachi Systems . Un cambiamento radicale per l’Ex CBT, che arriva a quasi quattro anni da parte della multinazionale nipponica: contestualmente con l’acquisizione ci sarà infatti un rebranding di Hitachi Systems CBT, che d’ora in poi opererà con il nome di WESTPOLE. Che oggi, con quasi 40 anni di storia alle spalle, resta uno dei principali fornitori di servizi IT in Italia, specializzato in Cloud Computing, Enterprise Information Management e soluzioni per la sicurezza. Con sede a Roma, uffici regionali a Milano, Venezia e Bologna, e data center a Milano e Roma, l’azienda progetta e gestisce sistemi ICT per circa 900 clienti tra cui agenzie governative, istituzioni finanziarie e società private. Oggi Westpole impiega 235 persone e ha un fatturato annuo di circa 50 milioni di euro.

 

Massimo Moggi,  manager con un’importante esperienza nella consulenza strategica, trasformazione digitale, Industria 4.0, dirigerà l’azienda in qualità di Presidente e CEO: «L’acquisizione è per noi un investimento strategico nel settore delle infrastrutture IT e nei servizi in cloud –  ha affermato Peter Löw, Founder e proprietario di LIVIA Group – . Il mercato IT europeo è estremamente dinamico e offre un enorme potenziale di crescita per un’azienda indipendente come Westpole. Insieme ai nostri dipendenti, clienti e fornitori, desideriamo espandere ulteriormente il portafoglio di servizi attuali e accelerare la crescita del business».

 

«Il nuovo nome che abbiamo scelto – WESTPOLE – rappresenta il nostro obiettivo di essere una pietra miliare, un nuovo punto di riferimento nel mercato IT per tutte quelle aziende pronte ad affrontare le prossime sfide nel campo dell’innovazione – afferma Moggi – WESTPOLE si pone come un catalizzatore innovativo e originale nel settore tecnologico che aiuterà i clienti a raggiungere obiettivi di business sempre più impegnativi sfruttando le opportunità offerte dalla quarta rivoluzione industriale».