Telco per l'Italia 2020: la sfida per la resilienza ai tempi del Covid-19

Eventi

Telco per l’Italia 2020: la sfida per la resilienza ai tempi del Covid-19



Quattro webinar (18 e 25 giugno, 2 e 16 luglio), sugli investimenti nella banda ultralarga fissa e mobile, sulle ricette per la ripresa, sulle nuove soluzioni in campo e sull’evoluzione delle reti e dello scenario economico

di Redazione

20 Mag 2020


Il ruolo strategico delle Telco e delle aziende del comparto nella gestione dell’emergenza Covid-19, in cui hanno dovuto far fronte all’impennata del traffico dati in particolare nella fase di lockdown e alla crescita della domanda di banda ultralarga fissa e mobile anche e soprattutto nella fase della ripresa complice il ricorso sempre più massiccio allo smart working da parte di imprese e PA e all’e-commerce da parte degli esercenti. E’ su questo tema che Telco per l’Italia 2020, l’evento annuale di CorCom, accende i riflettori. Quest’anno nelle vesti di una maratona digitale che si compone di quattro appuntamenti che si terranno, il 18 e 25 giugno, il 2 e 16 luglio, ciascuno dedicato ad uno specifico approfondimento, dagli investimenti nella banda ultralarga fissa e mobile, alle ricette per la ripresa, alle nuove soluzioni in campo e all’evoluzione delle reti e dello scenario economico.

Gli appuntamenti di Telco per l’Italia 2020

  • 18 giugno dalle 17 alle 18.30 – #1 La resilienza delle telco al tempo del Coronavirus
  • 25 giugno dalle 17 alle 18.30 – #2 La sfida dei territori, dall’Fwa alle offerte su misura di business: chiave di volta anti-digital divide?
  • 2 luglio dalle 17 alle 18.30 – #3 5G the new normal: quali casi, quali soluzioni
  • 16 luglio dalle 17 alle 18.30 – #4 Next generation network, fra intelligenza artificiale e machine learning
LIVE STREAMING 4 giugno
Emergenza e attività in difficoltà? Affronta le nuove sfide con l'Intelligenza artificiale
Intelligenza Artificiale
Realtà virtuale

Quattro webinar che apriranno un confronto di alto livello fra le diverse parti coinvolte (operatori, fornitori, istituzioni, politica, media) per affrontare e approfondire i nodi, gli aspetti e i temi più strategici, urgenti e di interesse per il settore e, più in generale, per il Sistema Paese. Bisognerà fare i conti con le incertezze dello scenario macro-economico e restano da sciogliere i nodi stretti della burocrazia e delle resistenze culturali “fomentate” da fake news sui legami fra la diffusione della quinta generazione mobile e le antenne di nuova generazione e la tutela della salute senza alcun fondamento scientifico. Azioni che a catena rischiano di mettere in difficoltà tutta la filiera delle telco, nonché ampliare il gap digitale, già notevole nel nostro Paese.