COVID-19: una ripresa per il mercato delle Tecnologie di Consumo

Coronavirus

COVID-19: una leggera ripresa per la tecnologia di consumo



Nella seconda settimana dalla diffusione del Coronavirus in Italia, GfK ha registrato per i prodotti Tech un -1,9% a valore rispetto alla media delle quattro settimane precedenti e +8,8% rispetto all’anno scorso

di Redazione

09 Mar 2020


Gfk Infografica COVID-19 mercato Tech

E’ passata un’altra settimana dalla diffusione dei casi di Coronavirus (COVID-19) nel nostro Paese. Dal 24 febbraio al 1° marzo 2020, le rilevazioni a cura di GfK mostrano una decrescita a valore del -1,9% per il mercato della Tecnologia di consumo, rispetto alla media delle quattro settimane precedenti.

Un dato sicuramente più positivo rispetto a quello della settimana precedente (17-23 febbraio), che aveva fatto registrare un -8,4% con la stessa metodologia. Se poi la si confronta con lo stesso periodo del 2019, la settimana analizzata mostra un trend positivo (+8,8% a valore) per lo stesso perimetro di prodotti Tech rilevati dal Retail Panel Weekly GfK.

Per ora, guardando al mercato italiano dei Technical Consumer Goods, i cambiamenti legati al nuovo coronavirus SARS-CoV-2 sembrano aver impattato solo parzialmente sul trend positivo che ha caratterizzato l’inizio del 2020.

 

Febbraio 2020: il trend positivo dei prodotti Tech

Secondo dati preliminari, GfK prevede un dato in crescita per il mese di febbraio 2020, rispetto allo scorso anno. L’andamento dei prodotti Tech più importanti per fatturato rivela dati positivi rispetto al 2019: gli Smartphone registrano un +13,3% a valore rispetto alla stessa settimana del 2019, seguono i Televisori con un +7,5% , poi i PC Portatili un +5,8% e le Lavatrici un +4,7%.

Una crescita esponenziale è quella segnata dal comparto dell’Air Treatment (+122,7%) trainato dal boom delle vendite di prodotti per l’Air Cleaning, dispositivi che purificano l’aria di casa eliminano batteri, particelle inquinanti e altre micro-sostanze tossiche. I prodotti che al contrario mostrano trend negativi sono gli Shavers (-3.7%) e i Media Tablet (-1,1%).

 

Il digitale al servizio di nuove abitudini e consumi

A quanto pare, dopo i primi giorni segnati da forte disorientamento e incertezza, i consumatori Italiani stanno cercando di organizzarsi per affrontare l’emergenza sanitaria dichiarata. Secondo il 58% degli italiani le notizie che circolano sulla gravità del Coronavirus sono un po’ esagerate.

E poi, passando più tempo in casa rispetto al passato, cambiano abitudini e consumi e il digitale diventa uno strumento importante per affrontare le difficoltà del momento. Oltre all’alimentare, in questi giorni gli italiani dichiarano di aver comprato on-line più del solito prodotti per l’Igiene e la cura della persona (+9%), Elettronica (+5%) Abbigliamento (+2%).