Xiaomi fa sul serio: è sua la più grande promessa mobile dell'anno - TechCompany360

Smartphone

Xiaomi fa sul serio: è sua la più grande promessa mobile dell’anno



Presentato il Mi Note 2, che ha tutte le carte in regola per sbaragliare la concorrenza. Anche in Europa

Paolo Longo

28 Ott 2016


Xiaomi è, di per sé, un caso molto strano nel panorama della tecnologia mobile. Dopo una serie di successi, principalmente in patria (Cina), non si è ancora decisa a sbarcare ufficialmente in Europa, dove pure già vanta una folta schiera di sostenitori. Seppur ci troviamo in un mercato globale, la mancanza non è banale, visto che in assenza di un supporto tecnico nel continente e delle più basilari forme di garanzia, molti utenti stentano ancora ad acquistare un modello del gruppo, che in quanto a design e funzioni può competere con i big del settore. Le cose potrebbero cambiare presto con il lancio del Mi Note 2, uno smartphone destinato a fare la storia della compagnia. Per quale motivo? Principalmente per le forme e la particolare di accesso all’interfaccia, che potrebbe cogliere l’interesse anche di un pubblico prettamente business.

Come è fatto

WHITEPAPER
Storage: aumentare prestazioni, scalabilità ed efficienza a costi contenuti
Storage
Backup

Ecco allora uno schermo da 6.4 pollici che copre l’intera parte frontale del dispositivo. In particolare, è del 91,3% la superfice raggiunta dal display che, di fatto, non ho bordi e cornici. Basti pensare che i diretti concorrenti, iPhone 7 e Galaxy S7 Edge, hanno un rapporto di aspect-ratio rispettivamente del 65,6% e 76,1%. Il risultato è stato raggiunto da Xiaomi eliminando le uscite acustiche, che di fatto sono integrate nella ceramica di costruzione e che, attraverso la veicolazion con segnali elettrici, creano il suono in fase di chiamata. Per il resto, a bordo c’è un processore Snapdragon 821, 4GB di RAM, 128GB di storage e una batteria da 4.400 mAh. Come è chiaro, si tratta di specifiche che potrebbero fare molta gola al mondo enterprise, dove le dimensioni dello schermo e l’autonomia sono due aspetti molto richiesti, anche di più rispetto al cliente consumer. Eppure la politica dell’azienda sembra ancora orientata al solo mercato cinese, dove Mi Note verrà venduto a 590 dollari. E in Europa? Il telefono arriverà sicuramente tramite canali online ufficiosi, ma a questo punto lasciare da parte un continente sempre attento alle novità hi-tech potrebbe rappresentare un grosso errore.

LinkedIn

Twitter

Whatsapp

Facebook

Google+

Link

Xiaomi fa sul serio: è sua la più grande promessa mobile dell’anno

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *