Guida al GDPR, i consigli di F5 Networks - TechCompany360

#Ready4Gdpr

Guida al GDPR, i consigli di F5 Networks



In occasione dell’evento #Redy4GDPR promosso dal distributore Arrow ECS, Paolo Arcagni, System engineer Manager di F5 Networks spiega cosa occorra fare per essere in regola con la normativa europea: la prima cosa da fare è mettere al sicuro le applicazioni su cui viaggiano i dati

Marco Maria Lorusso

23 Nov 2017


Paolo Arcagni, System engineer Manager di F5 Networks

Il GDPR incombe, come abbiamo raccontato più volte negli ultimi tempi. Cosa possono fare le aziende per mettersi in regola? Se ne è parlato in occasione di #Ready4GDPR , un recente appuntamento promosso dal distributore Arrow ECS. A cui è intervenuto anche Paolo Arcagni, System engineer Manager di F5 Networks, spiegando come, «Dal punto di vista tecnologico è necessario concentrarsi sui dati. La GDPR ci chiede questa responsabilità, ovviamente i dati non vivono da soli, vivono in azienda e vengono comunicati e ceduti tramite applicazioni. I passi che un’azienda deve fare è quello di mettere in protezione i dati attraverso una cosciente protezione delle applicazioni che li trasportano. Bisogna considerare che le applicazioni oggi risiedono nel Data center, nel cloud e spesso in un veicolo insicuro come Internet. E’ dunque giusto concentrarsi sulla protezione del dato e delle applicazioni ovunque queste siano installate».

WEBINAR
Machine Learning, Analytics e hybrid cloud a supporto della Cybersecurity. Ecco come in un webinar
Big Data
Intelligenza Artificiale

F5 Networks da tempo propone soluzioni per la difesa delle applicazioni, delle infrastrutture e del dato. E’ importante avere visibilità su quello che succede in azienda: il GDPR è chiaro su questo punto, perchè bisogna essere in grado di dimostrare di avere fatto il possibile per mettere in sicurezza dati e applicazioni. Le soluzioni che F5 Networks mette in campo sono di identity e access management, permettendo di capire chi sta accedendo al dato, come e in quale contesto. Inoltre il vendor mette in campo il web application firewalling, per proteggere a tutti i livelli le applicazioni che trasportano i dati, fino ad arrivare alle soluzioni più dedicate alla visibility vera e propria, aspetto molto importante perchè la maggioranza dei dati che viaggiano sulle reti aziendali sono ormai criptati.

LinkedIn

Twitter

Whatsapp

Facebook

Google+

Link

Guida al GDPR, i consigli di F5 Networks

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *