Fusioni

Qlik amplia il portfolio AI con l’analisi dei dati non strutturati di Kyndi



Acquisendo la proprietà intellettuale di Kyndi, Qlik punta a migliorare l’analisi e l’elaborazione anche dei dati non strutturati per arricchire l’intelligenza decisionale mantenendo standard rigorosi di governance e sicurezza dei dati

di Redazione

Pubblicato il 29 Gen 2024


Ryan Welsh, fondatore e CEO di Kyndi e James Fisher, Chief Strategy Officer di Qlik

Per supportare le aziende nell’interpretazione e nell’elaborazione di dati non strutturati con un approccio trasformativo, Qlik®, azienda di riferimento a livello globale nell’integrazione dei dati, nelle analytics e nell’intelligenza artificiale, ha deciso di acquisire la proprietà intellettuale (brevetti e tecnologia) di Kyndi, pioniere nell’elaborazione del linguaggio naturale, nella ricerca e nell’intelligenza artificiale generativa.

L’accordo, che vede il CEO di Kyndi e i principali esperti di intelligenza artificiale entrare a far parte di Qlik, segna un avanzamento significativo nella strategia di quest’ultima volta a fornire risposte dettagliate e pregnanti alle domande intricate delle aziende. L’acquisizione sfrutta, infatti, la sinergia tra l’eccellenza nei dati strutturati di Qlik Cloud e le tecnologie innovative di Kyndi per i dati non strutturati, consolidando il ruolo di Qlik come partner trasformativo nel modo in cui le organizzazioni gestiscono i dati.

I vantaggi dell’analisi combinata di dati strutturati e non strutturati

Come si legge nella nota stampa rilasciata da Qlik, grazie all’inclusione dell’expertise e della tecnologia proprietaria di Kyndi, l’azienda compie “un passo avanti nello sbloccare informazioni preziose dai sempre più ampi serbatoi di dati non strutturati dei clienti, integrando armoniosamente queste informazioni con l’analisi dei dati strutturati”.

WHITEPAPER
Cyber minacce e incidenti informatici: attiva la tua resilienza in 10 step
Cybersecurity
Security Risk Management

Questa decisione non solo conferma la vasta competenza di Qlik nell’intelligenza artificiale, ma evidenzia anche il suo impegno a offrire soluzioni aziendali complete che rispondano alla necessità impellente di analisi dettagliate su tutte le tipologie di dati.

Rispondendo alle problematiche dei motori di risposta attuali, l’expertise di Kyndi permette a Qlik di proporre soluzioni innovative per la gestione delle risposte, aprendo nuovi scenari d’uso per il processo decisionale da un’ampia gamma di fonti dati. Ciò consente agli utenti di ottenere informazioni complete e di qualità certificata, stabilendo un nuovo standard nel panorama dell’analisi dei dati.

James Fisher, Chief Strategy Officer di Qlik, ha dichiarato: “L’acquisizione degli asset di Kyndi rappresenta un passo fondamentale nella vision di Qlik in termini di Intelligenza Artificiale, supportando in questo modo la nostra capacità di fornire risposte ricche e affidabili a domande aziendali complesse. Rafforza la nostra consolidata leadership nell’intelligenza artificiale, garantendo che l’innovativa elaborazione dei dati non strutturati di Kyndi, combinata con la nostra potente analisi strutturata, sbloccherà informazioni più ricche e fruibili per i nostri clienti”.

Qlik potenzia l’intelligence decisionale con Kyndi

Questa operazione va nella direzione di affrontare l’aumento esponenziale del volume dei dati non strutturati nel mondo. L’integrazione della tecnologia Kyndi nelle soluzioni cloud di Qlik arricchisce la capacità di un’organizzazione nell’ambito dell’intelligenza decisionale fornendo insight strategici con un contesto e una rilevanza maggiori.

Questo progresso potenzia la gestione e la cura dei dati aziendali, promuovendo la fiducia e la coerenza tra le organizzazioni, mantenendo al contempo rigorosi standard di governance e sicurezza. Prodotti innovativi frutto della partnership saranno rivelati al Qlik Connect di Orlando, in Florida, dal 3 al 5 giugno 2024.

Nel commentare l’ingresso nella compagine di Qlik, Ryan Welsh, fondatore e CEO di Kyndi, ha osservato: “Abbiamo un’opportunità unica per migliorare il modo in cui le informazioni basate sull’intelligenza artificiale creano valore per i clienti. L’introduzione delle nostre innovazioni nella tecnologia di Qlik consentirà la fusione di dati strutturati e non strutturati, offrendo così agli utenti informazioni più approfondite e decisioni più informate in un’ampia gamma di scenari di business”.

Valuta la qualità di questo articolo

La tua opinione è importante per noi!