Nuove tecnologie e nuovi mercati: trampolini per l’evoluzione di Computer Gross - TechCompany360

Distributori

Nuove tecnologie e nuovi mercati: trampolini per l’evoluzione di Computer Gross



Il distributore ha fatto da anni il valore aggiunto dei servizi la sua firma nell’affrontare le novità tecnologiche dei tanti brand che ha a portfolio. A VMware dedica una divisione che è una vera e propria estensione del vendor

Loris Frezzato

07 Lug 2020


David Baldinotti, Business Unit Software Manager di Computer Gross

Computer Gross rappresenta 25 anni di storia della distribuzione italiana di tecnologie IT. Una storia che ha la sua origine a Empoli e che in pochissimo tempo ha esteso le proprie attività in tutta la Penisola, diventando un punto di riferimento per il canale, con un’offerta estremamente ampia in termini di brand e strutturata con un vasto ventaglio di servizi a supporto.

Un’offerta che il distributore ha via via organizzato per tecnologie e per competenze all’interno di distinte Business Unit specializzate, su cui è attiva una forza commerciale formata da account manager e specialisti di vendita. Divisioni le quali sono, a loro volta, completate da Service Unit a supporto del canale e del mercato da quella Finance (ITF), quella relativa al Marketing (Idea Point), al Supporto tecnico (Collaboration Value Next), alla Formazione (EDULABS) e alle Cloud Operation (SolutionUP).

David Baldinotti, General Manager Business Unit Software di Computer Gross

«In un mercato sempre più complesso e frammentato, Computer Gross ha scelto da sempre di riservare la massima attenzione non solo alle tematiche consolidate ma anche a quelle emergenti e a tutti i nuovi trend dell’IT – dichiara David Baldinotti, Business Unit Software Manager di Computer Gross -, tra i quali oggi vediamo rappresentati i Big Data e gli Analytics, l’IoT, l’AI, il Multicloud, la Security, il Software Defined Infastructure, nell’ottica di presentare le migliori soluzioni e tecnologie esclusive, che permettono all’ecosistema dei nostri rivenditori di fare davvero la differenza, aumentandone la competitività e fornendo loro gli strumenti necessari per affrontare le sfide più importanti in ambito IT ed incrementare il proprio business».

 

L’evoluzione che non spaventa e diventa opportunità

Si tratta di un’evoluzione importante dei trend tecnologici e delle esigenze dei clienti che, invece di disorientare Computer Gross nel suo ruolo tradizionale, ne ha, anzi, stimolato la crescita e la ridefinizione delle proprie strategie sui nuovi ruoli che i rivenditori, i system integrator, richiedono, oggi, a un distributore a valore.

 

«Il cloud, l’avvento dei big data, come le altre trasformazioni digitali in atto non sono stati visti come una minaccia, ma come opportunità – prosegue Baldinotti -. Su questi temi innovativi Computer Gross certamente non poteva non esserci: il cloud oggi è diventato il presupposto sia per le nuove esigenze guidate dai digital trend, sia per la trasformazione delle infrastrutture ICT esistenti. Abbiamo quindi evoluto il nostro modello di business per indirizzare queste esigenze e supportare i nostri partner di canale ad entrare a far parte dei nuovi ecosistemi tecnologici.

Quello a cui oggi Computer Gross tende è di diventare a tutti gli effetti l’estensione della presenza dei vendor cloud sul canale, e in tal senso abbiamo lavorato con grande impegno, aggiungendo servizi di qualitò e competenze all’offerta dei vari brand».

 

Seguire l’evoluzione con servizi e offerta a valore

Competenza e servizi di supporto a valore la cui richiesta da parte dei partner è sempre più pressante su queste tematiche, avendo urgente bisogno di sviluppare conoscenze ed esperienze su questi nuovi trend tecnologici per aumentare l’influenza sui loro clienti nel proprio mercato di riferimento.

Per questo motivo, il distributore ha ampiamente allargato la propria offerta, arricchendo il portafoglio di soluzioni tecnologiche con i vendor protagonisti nei vari trend digitali, favorendone l’integrazione con i diversi partner strategici, sia tecnologici che di canale. Peraltro, senza esitare ad adattare il modello di business e la propria organizzazione in modo da indirizzare al meglio le aspettative e le esigenze di questo nuovo ecosistema costituito da System Integrator, Msp, Solution e Cloud Provider «aiutandoli ad accelerarne le opportunità di business con i nostri servizi tecnologici e di formazione» puntualizza Baldinotti.

 

I tanti fronti aperti sulla digital innovation

Competenze nuove da offrire e da sviluppare internamente per poterle trasferire al canale dei partner. E su tanti fronti.

Il multicloud, l’esplosione dei dati e dell’importanza della loro analisi e interpretazione, l’aumento della complessità delle soluzioni, la crescente attenzione delle nuove piattaforme di sviluppo basate sui microservizi, sui container e su piattaforme per le modern application, la progressiva esigenza di una rete flessibile e di una sicurezza intrinseca e dell’integrazione dell’edge, il tema della sicurezza integrata e predittiva, l espansione della “rete delle cose”, l’adozione dell’Intelligenza Artificiale e del Cognitive Computing.

«Tantissima la carne al fuoco, e si tratta di tecnologie e tendenze che sono sempre più alla base dei nuovi approcci del mercato – osserva Baldinotti -, aumentandone la complessità e, a differenza di quanto si può pensare, incrementando la necessità di supporto e servizi a valore e di prossimità che solo un partner vicino al territorio può dare».

 

Le risposte al canale in direzione multicloud

«Certo la sfida è enorme – prosegue -, ma i nostri partner sono ben abituati a gestire il cambiamento. Hanno solo bisogno di raggiungere velocemente il livello di conoscenza richiesto dai loro clienti sui nuovi digital trend e sulla crescita della complessità. E infatti stiamo osservando un aumento della richiesta di supporto in questi ambiti, a cui siamo chiamati a dare risposte».

 

Per indirizzare queste nuove esigenze, Computer Gross ha aumentato gli investimenti per sviluppare internamente skill specializzati e ora è in grado di fornire ai partner consulenza nella gestione delle nuove tecnologie e servizi multicloud. Multicloud dove sono state velocemente indirizzate molte delle offerte, sia di vendor già a portafoglio del distributore, orientandole verso il Public Cloud, sia le offerte dei player emergenti.

«Su questo fronte costruiamo soluzioni integrando i servizi e le tecnologie offerte dai vendor con differenti livelli e tipi di servizi, che sosteniamo e rendiamo disponibili attraverso il modello CSP e il nostro portale SolutionUp.it».

 

Per VMware una Business Unit dedicata, pienamente integrata con il personale del vendor

La struttura di Computer Gross è organizzata per Business Unit, dedicate a singoli vendor, come nel caso di VMware, oppure ad ambiti tecnologici. In particolare, la divisione VMware è completamente aperta e integrata con le persone del vendor stesso, con le quali vi è piena integrazione con gli strumenti del distributore e pieno e continuo confronto.

Mario Morone, responsabile BU VMware di Computer Gross

«La relazione con VMware è ormai decennale ed è stata sin da subito fondamentale per Computer Gross per anticipare e indirizzare le trasformazioni, anzi le rivoluzioni, dell’infrastruttura ICT che hanno caratterizzato questi ultimi anni – afferma Mario Morone, responsabile BU VMware di Computer Gross -.  Di conseguenza abbiamo abbracciato tutte le loro soluzioni, ma anche le modalità di offerta, ricavandoci anche un ruolo di aggregatore per i Service Provider, interpretando il nostro ruolo come una vera e propria estensione di VMware a completamento della loro strategia di canale».

Computer Gross, infatti, sta lavorando proprio in questo momento per integrare l’intera evoluzione del portafoglio VMware alla luce delle nuove acquisizioni come Velocloud e CarbonBlack oltre al focus sui temi delle modern application. «Inoltre, la nostra forte e pluriennale relazione con Dell e con EMC, ci ha consentito di implementare al meglio le strategie congiunte. Attraverso questa relazione strettissima, siamo impegnati nel supportare il business dei partner a 360° con percorsi formativi, con attività di prevendita anche attraverso POC e Demo e con attività di business planning, development e marketing» conclude Morone.