Da Ubuntu il tablet che si trasforma in un computer - TechCompany360

Tablet

Da Ubuntu il tablet che si trasforma in un computer



Non solo Microsoft: BQ ha realizzato la sua idea di Continuum con il tablet Aquaris M10

Paolo Longo

05 Feb 2016


Gli ultimi due modelli di smartphone Microsoft, il Lumia 950 e il Lumia 950 XL sono i primi dispositivi con Windows 10 Mobile, i soli per ora a supportare la funzione Continuum. Si tratta della possibilità di connettere il cellulare a un dock attaccato a un display esterno, o un televisore, per vedere l’interfaccia classica dei Lumia trasformarsi in Windows 10, così da permettere un lavoro più funzionale con alcune app, come quelle di produttività. Microsoft però non è la sola ad aver pensato a un contesto integrato del genere. Già qualche anno fa Canonical aveva comunicato la volontà di lavorare su uno smartphone in grado di restiture un’esperienza Linux completa, se agganciato ad uno schermo. Nonostante il recente passato abbia visto la realizzazione di un paio di smartphone con Ubuntu, la particolare funzione non è mai arrivata.

Nelle Acque di Linux

WHITEPAPER
Omnicanalità e mobile experience non sono la stessa cosa. Scopri le strategie di mobile marketing
Marketing
Mobility

Nelle ultime ore il panorama è cambiato visto che BQ, produttore spagnolo, ha presentato un nuovo prodotto capace di traformarsi in un vero computer, proprio come fa il Lumia 950 XL. Aquaris M10 Ubuntu Edition, è dunque il primo vero tablet con l’OS di Canonical a supportare la funzione “Convergence”, similmente al Continuum di Microsoft ma con una doppia modalità. Il tablet può infatti trasformarsi in un computer anche senza fili visto che è in grado di passare da una visualizzazione mobile ad una più consona a chi lavora con un PC Linux; un po’ come succede con i tablet Windows che offrono sia un’esperienza live tile che desktop classica. In più, attraverso un semplice cavetto (e non dunque un dock proprietario) si sarà in grado di doppiare i contenuti mostrati sulla tavoletta su un display esterno, così da ritrovarsi dinanzi alla riproduzione di un vero computer. Tramite Bluetooth si possono poi connettere mouse e tastiera, per non farsi mancare proprio nulla. BQ svelerà ulteriori caratteristiche di Aquaris M10 al prossimo Mobile World Congress di Barcellona, dove si sapranno anche le date di disponibilità e prezzo di vendita.

LinkedIn

Twitter

Whatsapp

Facebook

Google+

Link

Da Ubuntu il tablet che si trasforma in un computer

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *