Nasce il Partner Program di OVH. Anzi: di OVHcloud
Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

Partner Program

Nasce il Partner Program di OVH. Anzi: di OVHcloud



Il cloud provider sottolinea l’importanza del cloud nella propria offerta con il rebranding in OVHcloud e presenta il Partner Program indirizzato agli operatori che aggiungono valore alla propria infrastruttura

Loris Frezzato

21 Ott 2019


OVHcloud struttura le proprie attività di supporto e di gestione del canale attraverso un nuovo Partner Program. Il Cloud Provider francese fa quindi tesoro dei feedback ottenuti dal canale e riorganizza il programma a loro supporto, in linea con le reali esigenze dei partner e le ultime evoluzioni del mercato.

Le aziende, oggi, devono, infatti, fare i conti con le funzionalità e semplificazioni offerte dal cloud da un lato e dall’altra parte con le infrastrutture legacy, con le quali lavorano da anni e rappresenta la loro vera e propria spina dorsale. E per modernizzare la propria infrastruttura hanno bisogno di competenze sulla parte cloud che si faticano a trovare.

Dionigi Faccenda, Sales Manager Italia, Spagna, NA e LatAm di OVHcloud Italia

L’hardware di OVHcloud cha abilita i servizi cloud dei partner

«Ancora oggi è difficile reperire adeguate competenze cloud. Un problema che accomuna l’Italia agli altri paesi, che rappresenta la fatica a trovare system integrator con gli skill adatti per effettuare le migrazioni degli ERP tradizionali o la loro integrazione in un’architettura cloud – commenta Dionigi Faccenda, Sales Manager Italia, Spagna, NA e LatAm di OVHcloud Italia -. Aziende che per anni sono rimaste ostaggio di fornitori che offrivano hardware e software per la totalità degli aspetti business del cliente e che oggi stanno iniziando a capire che ciò di cui davvero hanno bisogno sono i servizi che l’hardware offre. Non dell’hardware, che rimane fine a sé stesso, e che ci si può affidare al cloud per ottenere quella flessibilità che fa loro guadagnare in flessibilità e in ottimizzazione delle risorse».

L’importanza del cloud trasforma OVH in OVHcloud

Il cloud entra così con ulteriore forza nell’offering del provider che, con l’intenzione di rimarcare il concetto, dopo vent’anni dalla sua nascita cambia ora il brand da OVH in OVHcloud. Un cambio di nome che giustifica un cambio di interpretazione della propria offerta infrastrutturale, ormai necessario per un mercato e un canale sempre più attento alle dinamiche e ai vantaggi del cloud computing.

L’hardware, infatti, è un fondamentale e necessario supporto dell’IT, non si discute il suo ruolo, ma il rischio è un suo errato dimensionamento, con il rischio di un sottoutilizzo o che sia insufficiente alla gestione di carichi di o picchi di lavoro. Il cloud risolve tali problematiche offrendosi come infrastruttura dotata di alta flessibilità, e su quest’onda gran parte dei system integrator si stanno specializzando su temi verticali legati al cloud, come la gestione della sicurezza o delle tematiche di integrazione e orchestrazione e aiutare le aziende a migrare dagli ambienti tradizionali. Si richiede, quindi, un grado superiore di competenze rispetto al passato.

Il cloud di OVHcloud, chiede competenze ai partner: al via il Partner Program

Da qui la necessità di OVHcloud di fornire ai propri partner, 650 italiani su un totale di 6.000 a livello worldwide, delle attività a supporto del business, che andassero oltre alla loro semplice geolocalizzazione sul sito corporate, come era in precedenza.

«OVHcloud si occupa di infrastruttura, e su questa abilitiamo tutti i servizi che i partner possono offrire ai clienti – riprende Faccenda -. Per questo motivo abbiamo affinato dei programmi di formazione, che comprendono una serie di Academy itineranti per l’Italia, per potere essere vicini alle tante realtà sparse sul territorio e far conoscere la nostra rete e la nostra struttura hardware».

(Forse può interessarti anche l’articolo di approfondimento “Partner Program: sono ancora utili?”)

OVHcloud porta la formazione cloud ai propri partner

Agli eventi fisici, OVHcloud affianca anche dei piani di formazione online, uno sforzo reciproco per stare al passo con la tecnologia, che galoppa ad alta vekocità, basti pensare che nel corso degli ultimi due anni sono state effettuate oltre 700 innovazioni sui prodotti, sui quali l’azienda chiede preparazione ai partner per poter sfruttare le nuove potenzialità offerte da un hardware

performante per supportare macchine e servizi sempre più potenti, con chip e RAM potenziate, con software “famelici” orientati sempre più all’analisi in tempo reale, all’artificial intelligence o alla block chain. Un’infrastruttura potente che deve essere adeguatamente dimensionata dai partner secondo le esigenze del cliente.

OVHcloud Partner Program: servizi di supporto e di lead generation

Dal canto suo, OVHcloud offre ai partner un supporto di professional services e un servizio di generazione di lead, anche attraverso una loro geolocalizzazione in base alle loro competenze.  Due i livelli su cui vengono identificati i partner di OVHcloud sulla base del nuovo partner program: Standard e Advanced.

I Partner Standard non hanno ingaggi complessi e comprendono system integrator che offrono servizi di hosting, domini, rivendita di pacchetti già pronti, che con servizi di API possono personalizzare. I Partner Advanced hanno, invece, supporto e accesso alle anteprime sugli sviluppi di mercato e di prodotti, anche grazie a un portale apposito, recentemente ristrutturato e con nuove modalità di accesso.

I percorsi di specializzazione dell’OVHcloud Partner Program

«Ora andiamo verso una selezione dei partner, con una attenta valutazione delle tante richieste che ci sono arrivate dopo la presentazione del nuovo programma – dice il manager -. Dobbiamo rivedere il nostro data base anche sulla base dei nuovi scenari, e vedere chi è davvero intenzionato e adatto, o meno, ad aderire, anche sulla base del proprio business model. Diversi sono, infatti, i percorsi formativi di specializzazione individuati, diversi se si rivolge a integratori di hosting o ad altro, con necessità di sviluppare skill sul funzionamento delle strutture dei domini, di registrazione, ed eventualmente funzionalità di ecommerce, più o meno complesse».