Tech Data: Microsoft la nomina Best Indirect Cloud Provider

News

Tech Data: Microsoft la nomina Best Indirect Cloud Provider



Un premio che sancisce il ruolo del distributore IT come Cloud Enabler della trasformazione digitale del mercato italiano, e rafforza la collaborazione con Microsoft

di Redazione

4 giorni fa


“Best Indirect Cloud Provider”. E’ questo il titolo ricevuto da Tech Data durante l’edizione 2020 di Microsoft Inspire. Un premio che sancisce il ruolo del distributore IT come Cloud Enabler a servizio della trasformazione digitale del mercato italiano, ed evidenzia una collaborazione con Microsoft sempre più strategica e importante.

Negli ultimi anni Tech Data è passata da Distributore tradizionale a System Integrator capace di aggiungere valore grazie alle competenze, ai servizi, al supporto e agli strumenti messi a disposizione dei partner IT. Una comunità che può ora contare su un’intero portfolio di servizi focalizzati su cloud, software e IoT, e su figure commerciali specializzate che li accompagnano in percorsi di formazione e li coinvolgono in progetti di sviluppo del business anche in collaborazione con Microsoft.

L’offerta Cloud di Tech Data

Per quanto riguarda la formazione e l’enablement, oltre ai corsi di formazione promossi dalla divisione Tech Data Academy, è nato il Tech Data Cloud Practice Builder, un programma che orienta i partner nel percorso verso la digital transformation, accrescendone le competenze su cloud, security, IoT, analytics e mobility secondo percorsi personalizzati in seguito da un assessment che delinea 3 diversi profili (Starter/ Transformer /Accelerator) rispetto all’expertise in ambito cloud.

WHITEPAPER
Scopri la soluzione per ottenere un approccio agnostico e sicuro ai servizi cloud?
Cloud
Hybrid cloud

Silvia Zagaria, BU Manager Software in Tech Data aggiunge “Tech Data offre ai propri partner anche il Cloud Support Service (CSS), il supporto tecnico post-vendita che offre accesso immediato ad un’expertise di alto livello e garanzie sulle tempistiche di servizio. Copre l’intero processo di supporto, dal primo troubleshooting alla risoluzione del problema, passando dalla gestione dell’eventuale escalation al vendor a beneficio dell’impiego delle risorse del partner”.

Per supportare i partner nella progettazione, gestione, ottimizzazione e migrazione di risorse in cloud “una serie di soluzioni pronte all’uso (Click-To-Run) basate su tecnologia Azure, che consentono ai clienti di risparmiare tempo e ridurre la complessità di gestione. Tutto ciò è possibile grazie a un marketplace, StreamOne, che permette immediatamente fatturazione e provisioning dei servizi cloud di Microsoft e di altri vendor cloud” sottolinea Alberto Valivano, BU Manager IBM, Lenovo & Next Gen di Tech Data.