Eugenio Bonomi, il nuovo AD di DXC Technology - TechCompany360

Management

Eugenio Bonomi, il nuovo AD di DXC Technology



In questo ruolo, Bonomi guiderà le operazioni di DXC, guiderà la crescita del business e fornirà l’eccellenza a clienti e colleghi in Italia

di Redazione

09 Dic 2021


Eugenio Maria Bonomi, AD DXC Technology

Eugenio Maria Bonomi ha coltivato una vasta esperienza in più settori, aiutando i clienti con le loro esigenze strategiche ed eseguendo grandi progetti internazionali di IT e trasformazione. Arriva in DXC Technology con oltre 30 anni di esperienza in ruoli esecutivi.

Più di recente, è stato CEO di Crif Group e prima ancora Senior Managing Director di Accenture, guidando le attività nei servizi finanziari a livello europeo e in diversi settori di industria e aree geografiche come: Medio Oriente, Africa, Russia e Turchia.

In qualità di amministratore delegato per l’Italia, Bonomi guiderà le operazioni di DXC, una delle principali società di servizi IT globali Fortune 500 e uno dei player più forti nel mercato IT italiano, guiderà la crescita del business e fornirà l’eccellenza a clienti e ai colleghi in Italia.

“Sfruttando la nostra esperienza e le nostre soluzioni nell’intero Enterprise Technology Stack, – dichiara Bonomi – continueremo a supportare i nostri clienti nel settore pubblico e privato per modernizzare e trasformare le loro operazioni. Sono felice, inoltre, di continuare il nostro lavoro per acquisire e far crescere nuovi talenti attraverso le collaborazioni con istituzioni accademiche in tutto il paese”.

“Sono molto contento – aggiunge Steve Turpie, Presidente e Direttore Generale, DXC EMEA – di questa nuova fase del nostro viaggio di trasformazione per DXC Italia, Eugenio Maria supporterà il nostro successo in questo importante mercato, concentrandosi sui nostri clienti e sulle nostre persone e accelerando la nostra crescita”.

 

LinkedIn

Twitter

Whatsapp

Facebook

Google+

Link

Eugenio Bonomi, il nuovo AD di DXC Technology

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.