Partnership

Cohesity: al via la Data alliance con i big della Cybersecurity



Cisco, CrowdStrike, CyberArk e Palo Alto Networks sono alcuni tra i nomi che hanno aderito all’iniziativa portata avanti dal vendor, nella convinzione che la partita della sicurezza informatica non possa essere giocata in solitaria

Gianluigi Torchiani

Pubblicato il 25 Nov 2022


La sicurezza è un argomento troppo complesso per essere bloccato da un solo vendor: questa la percezione di Cohesity, società specializzata nella sicurezza e gestione dei dati, che sta perciò mettendo in pista un vero e proprio ecosistema tecnologico per bloccare l’avanzata del ransomware e di altri malware. Come ha messo in evidenza Albert Zammarr, Regional director Semea di Cohesity: “Ogni 11 secondi avviene un attacco e ci vogliono oltre 270 giorni in media per recuperare i dati, tanto che il costo medio di ogni attacco è di 2 milioni di dollari. In questo contesto, il nostro approccio è che il tema ransomware deve essere affrontato in maniera olistica, relativamente alla scelta dei partner, del prodotto ma anche delle persone, perché dietro agli attacchi ransomware spesso ci sono i comportamenti errati. Siamo convinti che la gestione sicurezza debba avere un approccio data centrico. I team IT e di security devono collaborare per rendere sicure le infrastrutture ma anche la gestione del dato. Per fare ciò ci avvaliamo del contributo di una serie di partner, leader nelle soluzioni di sicurezza informatica”. In effetti nei giorni scorsi Cohesity ha annunciato la nascita della Data Security Alliance, che combina le soluzioni di cybersecurity con esperienza di Cohesity in materia di sicurezza e gestione dei dati. I partner dell’ecosistema includono vendor noti del campo della cybersecurity come BigID, Cisco, CrowdStrike, CyberArk, Palo Alto Networks, Securonix, Splunk e Tenable, oltre a nomi della consulenza sulla sicurezza con Mandiant e PWC, ma secondo Zammar ulteriori partnership sono in arrivo.

Oltre alle alleanze, Cohesity mette sul piatto anche un’importante novità tecnologica: si tratta di Cohesity DataHawk, una soluzione software as a service (SaaS) per la sicurezza dei dati che aiuta i clienti a proteggere, rilevare e ripristinare a seguito di attacchi informatici e ransomware. DataHawk combina tre funzionalità di sicurezza in un’unica soluzione SaaS: la protezione dalle minacce tramite scansione degli indicatori di attacco e dei malware; la classificazione dei dati basata su Machine Learning per garantire un’elevata precisione nell’identificazione e nel rilevamento di dati sensibili o critici; il cyber vaulting, che garantisce il ripristino dei dati e la resilienza quando è più necessario tramite Cohesity FortKnox. Cohesity promette poi una crescente integrazione con i principali vendor di sicurezza informatica così da permettere la nascita di un moderno Security Operation Ceneter (SOC) automatizzato. DataHawk si aggiunge al portfolio di offerte SaaS gestite da Cohesity e ospitate su AWS. Attualmente è disponibile per un early access preview dalla piattaforma Cohesity Data Cloud, mentre la disponibilità generale è prevista in arrivo nei prossimi mesi.

Valuta questo articolo

La tua opinione è importante per noi!