Kyndryl: Intesa IBM si affilia e spinge sull’internazionalizzazione - TechCompany360

Accordi

Kyndryl: Intesa IBM si affilia e spinge sull’internazionalizzazione



Come affiliata dello spin off della divisione Managed Infrastructure Services del colosso statunitense, la società torinese partecipata da IBM rafforza il proprio ruolo nel mercato IT in un’ottica di globalizzazione e consolida la sua mission di partner nella trasformazione digitale

di Redazione

05 Nov 2021


Appena finalizzato lo spin off di Kyndryl, ex divisione Managed Infrastructure Services del colosso statunitense, quotata al NYSE come società autonoma e indipendente, Intesa, società torinese nata nel 1987 e da più di 15 anni partecipata al 100% da IBM, non perde tempo e coglie l’occasione per affiliarsi. Del resto, condividono lo stesso obiettivo: realizzare e gestire la trasformazione digitale dei clienti, partecipando al progresso del loro business nei diversi mercati e contribuendo alla crescita del Paese.

Andrea Agnello, Senior Partner di Kyndryl e Amministratore Delegato di Intesa sottolinea la grande opportunità per Intesa di rafforzare la sua proposizione di valore sul mercato e portarla verso oltre 4.600 aziende in 115 paesi, fra cui la maggioranza delle aziende Fortune 100. Kyndryl, infatti, a detta di Agnello, è la più grande azienda al mondo nel settore dei servizi IT infrastrutturali e tecnologici, prima anche in Italia.

In questo momento di grande trasformazione, Intesa rafforza dunque il proprio ruolo nel mercato IT in un’ottica di globalizzazione e consolida la sua mission di partner di riferimento nel percorso di digital transformation delle aziende, fornendo servizi digitali consolidati e all’avanguardia, approccio consulenziale e capacità di delivery di soluzioni innovative alle organizzazioni di tutto il mondo.

“Coglieremo l’occasione per promuovere il nostro modello di trasformazione digitale del business sintetizzabile in tre concetti chiave: allineamento con il time to market dei progetti, focalizzazione verso il cliente, e sostenibilità ambientale e sociale” aggiunge Giuseppe Mariani, General Manager di Intesa.

 

Immagine fornita da Shutterstock